Il Borgo di Vaccheria perde il mitico Zio Raffaele, il pastore più amato del presepe vivente

Raffaele Cecere
Raffaele Cecere nei panni del pastore al Presepe Vivente del '700 Napoletano di Vaccheria

La comunità di Vaccheria, il borgo di Caserta famoso per il suo Presepe Vivente del ‘700 Napoletano, perde il suo compaesano più anziano, il mitico Raffaele Cecere, aveva 95 anni.

Zio Raffaele, come era da tutti conosciuto, è stato per anni il pastore per antonomasia, impersonava alla perfezione il ruolo di pastore di greggi. Tutti coloro che hanno visitato il presepe vivente non possono non averlo notato con i suoi famosi baffi e il gilet di lana grezza, e sempre con le sue guance vermiglie.

L’anno scorso ha visto la sua ultima partecipazione. Il caso ha voluto che ci lasciasse proprio alla vigilia della rappresentazione di quest’anno che, ricordiamo, si svolgerà nei giorni 28 e 29 dicembre, 5 e 6 gennaio.

Vaccheria perde non solo un amato compaesano ma un vero e proprio personaggio.