Cacciatore scambia l’amico per un cinghiale e lo uccide, tragedia a Pontelatone

Cacciatore
glp-auto-700x150
sancarlo
previous arrow
next arrow

Un cacciatore ha colpito e ucciso l’amico durante una battuta in cerca di cinghiali

Un incidente di caccia ha causato la morte di un uomo a Pontelatone, in provincia di Caserta. La tragedia è avvenuta questa mattina, poco dopo le ore 10, mentre due amici, un fioraio 60enne e il 62enne Vincenzo Izzo, erano impegnati in una battuta per la caccia al cinghiale.

Vincenzo Izzo
Vincenzo Izzo

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, i due cacciatori si trovavano in un bosco del Monte Maggiore, quando il fioraio ha udito dei rumori. Pensando che si trattasse di un cinghiale, ha esploso alcuni colpi di fucile. Purtroppo, però, i colpi hanno colpito il Vincenzo Izzo, che è morto sul colpo.

Il cacciatore maldestro è stato subito fermato dai carabinieri, che hanno avviato le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. L’uomo ha raccontato di aver sparato per errore, pensando di aver visto un cinghiale.

lisandro
lapagliara
SanCarlo50
previous arrow
next arrow

L’incidente di Pontelatone è solo l’ultimo di una lunga serie di tragedie legate alla caccia. In Italia, ogni anno, si verificano centinaia di incidenti di caccia, che causano la morte o il ferimento di persone innocenti.

La caccia è un’attività pericolosa, che deve essere svolta con la massima cautela e responsabilità. È importante ricordare che il fucile è un’arma micidiale, che può causare danni irreparabili.

È necessario che le istituzioni prendano provvedimenti per rendere la caccia più sicura e per prevenire tragedie come quella di Pontelatone.