Il Caf della Cisl cerca candidati su tutto il territorio nazionale. Aperte posizioni anche a Caserta

Lavoro

Emergenza in corso, sono sempre più numerose le persone in difficoltà con richieste di bonus, agevolazioni, problemi fiscali. La Cisl ha così aperto le candidature per tutti i Caf del Paese.

Ogni anno centinaia di persone in tutta Italia si uniscono ai Caf Cisl per fornire assistenza fiscale nel periodo della campagna delle dichiarazioni dei redditi.
“Se vuoi candidarti compila il tuo curriculum on line e potrai partecipare al nostro corso di formazione per operatori stagionali e alla successiva selezione degli operatori che lavoreranno nelle nostre sedi”.
Il corso partirà a gennaio, con durata di 72 ore tutte online. Sono aperte le seguenti candidature:
CAMPANIA
CORSO OPERATORE CAMPAGNA FISCALE 2021 – CASERTA
CORSO OPERATORE CAMPAGNA FISCALE 2021 – NAPOLI

Requisiti richiesti:

• Diploma o Laurea in materie Economiche, Giuridiche, Umanistiche
• Attitudine al lavoro in team ed al contatto con il pubblico
• Buona dimestichezza nell’utilizzo PC, Internet e pacchetto Office

DESCRIZIONE DEL CORSO:
– Sarà obbligatoria la frequenza di un corso di 72 ore
– Non prevede nessun rimborso spese;
– Alla conclusione del corso sarà rilasciato un attestato di frequenza con qualifica di operatore fiscale;
– Prevede oltre che lezioni teoriche, anche test di verifica ed esercitazioni pratiche

Ma cosa sono precisamente i Caf? E i Patronati?

I CAF sono Centri di assistenza fiscale. Già dalla loro denominazione appare chiaro che il ruolo principale è quello di svolgere pratiche di carattere fiscale. I Caf sono stati istituiti dalla legge 413 del 1991 e sono iscritti ad un albo nazionale presso il Ministero delle Finanze.

Lo scopo principale è quello di assistere i lavoratori, ma anche gli altri cittadini interessati, negli adempimenti fiscali. Si può ad esempio ottenere assistenza nella compilazione:

  • della dichiarazione dei redditi,
  • del modello 730,
  • o per il modello ISEE.

Molti dei servizi messi a disposizione dei Caf sono gratuiti, altri invece, come ad esempio l’elaborazione del 730, sono a pagamento.

Nei Mod. 730 elaborati dai CAF (o dai professionisti), quindi, sono correttamente indicati, sulla base della documentazione esibita e delle disposizioni di legge, gli oneri deducibili e le detrazioni d’imposta spettanti, le ritenute operate, nonché gli importi dovuti a titolo di saldo o di acconto oppure gli acconti spettanti.

Il patronato è un ente riconosciuto dal Ministero del Lavoro con lo scopo di svolgere in modo gratuito pratiche principalmente previdenziali e di pensione.

Uffici di patronato sono diffusi in maniera capillare in tutto il territorio italiano proprio per cercare di supportare al meglio il cittadino che abbia necessità di evadere queste pratiche.

Nello specifico i patronati svolgono pratiche che riguardano tutte le tipologie di pensione comprese quelle di invalidità, ma anche richieste di disoccupazione e reddito di cittadinanza o assistenza al lavoratore extracomunitario nella richiesta del permesso di soggiorno. Dallo scorso 1° aprile 2019 i patronati hanno inoltre la possibilità di presentare per conto dei lavoratori dipendenti la richiesta di presentazione, ormai solo telematica, per gli assegni familiari.

Differentemente dal sindacato che viene alimentato grazie alle quote di iscrizione dei lavoratori, il patronato svolge le pratiche gratuitamente in quanto vengono finanziati dallo Stato.

Inoltre il rapporto tra lavoratore o cittadino che decide di rivolgersi al patronato è decisamente meno continuativo rispetto al rapporto con il sindacato che per sua natura partecipa attivamente alla vita del lavoratore per tutelarne i diritti.

(Fonte https://www.lavoroediritti.com/abclavoro/differenza-tra-patronato-caf-e-sindacato)