A Caiazzo (Caserta) la Pizzeria Pepe in Grani predispone la presenza di un defibrillatore per la sicurezza

Caiazzo  (Caserta) – Fa discutere la scelta di Pepe In Grani, una delle migliori pizzerie d’Italia, di dotarsi di un defibrillatore al fine di prevenire qualsiasi criticità che può incombere sui clienti in una qualunque giornata lavorativa.

Franco Pepe, proprietario e pizzaiolo indiscusso, pone ancora una volta al centro delle sue attenzioni, la clientela, sempre al primo posto, e soprattutto il garantirle una serata di assoluta tranquillità e serenità non solo per la qualità dei prodotti proposti, ma anche e soprattutto per la propria stessa salute.

Sono circa 70 mila gli italiani che ogni anno perdono la vita a causa di morte cardiaca, e soprattutto per un mancato intervento tempestivo del personale medico; in queste situazioni anche un minuto può fare la differenza, così come il tempo d’attesa dell’ambulanza.

Sorge dunque una questione: è normale che a fare notizia sia la scelta di salvaguardare medicamente la clientela? E soprattutto, la possibilità di un intervento sanitario di base non dovrebbe essere garantita in tutti i luoghi pubblici? Non si tiri in ballo la legge e la non obbligatorietà di possesso di strumenti salvavita nei locali; basta infatti rifarsi al vecchio buonsenso per non poter far altro che auspicarsi che questa, che oggi è news, diventi in futuro una prassi diffusa.

Ovviamente non tutti sono in grado di utilizzare correttamente uno strumento così importante, perché se è vero che garantisce la sopravvivenza a tantissime persone, è altrettanto vero che esso comporta rischi e pericoli. Magari, e si spera non sia una proposta utopica, accanto all’effettivo possesso dello strumento si potrebbero tenere dei corsi sanitari di base, affinché il personale possa saper sfruttare quello che è si uno strumento di aiuto, ma che comporta comunque numerose criticità qualora non lo si sappia maneggiare.

E così si è mosso Pepe in Grani, che ha affidato la responsabilità del funzionamento dei defibrillatori a circa 15 specialisti, che in ogni momento saranno pronti a qualsiasi evenienza nella sventurata ipotesi di un incidente.

La Campania, dunque, per una volta non sale agli onori della cronaca solo per la straordinaria offerta culinaria del famoso locale caiatino, ma anche e soprattutto per la cura nei confronti del cliente e per il grande senso civico dimostrato da Franco Pepe.

Loading...