Caiazzo ospita il Festival del Verde. Nel week end del 2 e 3 aprile undicesima edizione della mostra mercato

Festival del Verde

Esposizioni, conferenze, musica, artigianato, enogastronomia nel Parco San Bartolomeo. Il Premio Volturno ai benemeriti del territorio

Il Festival del Verde, in occasione di Giardini del Volturno, la mostra mercato di piante e fiori, torna nel parco di San Bartolomeo, uno dei più belli della Campania, nella vallata di Cesarano attraversata dal fiume, in località Pantaniello a pochi chilometri dall’antico centro storico di Caiazzo. Nei giorni 2 e 3 aprile dalle 9 alle 18 la tenuta, custodita con cura e passione dalla famiglia Marziale e dal 2007 inserita nella lista dei Grandi Giardini Italiani, ospiterà vivaisti e collezionisti di piante da balcone e da giardino, essenze aromatiche ed erbe officinali, bulbi, piante acquatiche e da appartamento, bonsai, agrumi in vaso e varietà esotiche.

Giunta alla undicesima edizione, la mostra mercato è un vero e proprio “contenitore verde”, l’occasione per appassionati, esperti o anche semplici curiosi di conoscere specie e varietà botaniche uniche, frutto di un attento lavoro di ricerca da parte di un qualificato gruppo di vivaisti. Giardini del Volturno ha lo scopo di diffondere la cultura del verde e l’amore per le piante tra grandi e piccini: nei due giorni dell’evento ci saranno laboratori creativi, mostre, visite guidate al Parco, incontri e conferenze.

Il parco San Bartolomeo si estende per 40 mila metri quadri in un succedersi di viali e giardini popolati da specie arboree esotiche e mediterranee. All’interno c’è una piccola oasi naturalistica con piante rare e una fauna protetta, dove abitano animali esotici come cicogna, marabù, pellicani e fenicotteri.

La novità di questa undicesima edizione del Fest6ival del Verde sarà l’ascesa in mongolfiera in un’area del Parco San Bartolomeo per ammirare dall’alto il panorama della splendida valle di Cesarano tra i colli Tifatini, il fiume Volturno e la ski line del centro storico di Caiazzo. L’iniziativa sarà curata dall’Associazione “Volare sull’arte”, già attiva nel Parco di Carditello ed in quello della Reggia.

Il calendario degli appuntamenti prevede per sabato 2 aprile l’apertura dei giardini (ingresso gratuito) dalle ore 9.30 con alcuni significativi incontri: alle 10 convegno su “Giardini e Zoologi” con gli interventi degli esperti Spartaco Gippoliti, Michele Capasso, Francesco Zinno e Tommaso De Francesco; alle 11.30 cerimonia di consegna del Premio Volturno; alle 15.30 l’inaugurazione del giardino cromo-sensoriale.

Anche per domenica 3 aprile è fissata l’apertura al pubblico alle 9.30 con ingresso gratuito; alle 11 presentazione della originale e divertente “Cacci al Giardino” che per due mesi consentirà ai partecipanti di visitare sette giardini monumentali e poco conosciuti della provincia di Caserta; alle 11.30 consegna dell’altro tradizionale Premio Orchidea ai benemeriti del verde; alle 12 l’inaugurazione dell’installazione Mesmerized dell’artista greco Telemachos Pateris.

Nei prossimi giorni si conosceranno i nomi dei vincitori del Premio Orchidea, organizzato dall’Associazione Giardini del Volurno, e del Premio Volturno, promosso dall’Assostampa, ai benemeriti della cultura, dello spettacolo, della tutela dell’ambiente e della valorizzazione del territorio, in particolare quello attraversato dal fiume Volturno, il corso d’acqua più lungo del Sud, simbolo non solo naturalistico ma anche storico di Terra di Lavoro.

La kermesse sarà curata dall’apposita commissione composta dal sindaco di Caiazzo Stefano Giaquinto, dai giornalisti Michele De Simone e Franco Tontoli, dall’architetto Nicola Tartaglione dirigente dell’Associazione Gia.Da, da Maria Rosaria Iacono e Annunziata Ines Peduto dell’Associazione Giardino Semplice, dall’imprenditore Loreto Marziale dirigente della Associazione “Giardini del Volturno”, dal designer e artista Alberto Grant.