Calcio femminile, continua l’ascesa: e gli sponsor lo premiano

Sara Gama, capitano della nazionale italiana di calcio femminile

Tutto il mondo si è fermato a guardarle: il calcio femminile con il Mondiale di categoria si è preso pubblico e palcoscenico, dopo una lunga storia di lotte e tentativi. L’intero movimento ha beneficiato di piena visibilità, continua a crescere, piano piano si sta imponendo all’attenzione generale.

L’appello della stella del Brasile Marta Vieira da Silva, che in lacrime ha chiesto agli spettatori di supportare il movimento, sembra per ora ascoltato. In Italia persino politici di primo piano si sono sbilanciati, chiedendo più diritti per le calciatrici.

Anche gli sponsor hanno risposto positivamente, cercando di sostenere un movimento sempre più consapevole dei propri mezzi. 24mila tesserate azzurre all’attivo, pochi tifosi ma in netta crescita negli ultimi 2 anni: una fetta di pubblico tutta da conquistare.

Sponsor, le big d’Italia corteggiate

Il presidente della FIFA, Infantino, ha promesso di investire circa 1 miliardo nel calcio femminile nei prossimi 4 anni. Sono previsti dunque programmi di sviluppo, Coppa del Mondo e competizioni giovanili, per ampliare il numero di tesserate, che oggi conta su 21 milioni di calciatrici nel mondo. Come indicato da alcune ricerche, tra i primi 20 club per fatturato già 17 hanno una squadra di calcio femminile. Aumenta la sensibilizzazione e la volontà di far conoscere le protagoniste di questo sport, anche grazie al supporto degli sponsor: in Italia molti club di Serie A si stanno muovendo da tempo in tal senso. A partire dalla capitale, dove Linkem di recente ha rinnovato la partnership con la Roma femminile.

Sarà sponsor di manica, con grande soddisfazione da entrambe le parti, come testimoniano fra l’altro le parole del Chief Revenue Officer della Roma Francesco Calvo: ha infatti sottolineato tutta l’attenzione che l’azienda italiana ha dedicato – e continuerà a dedicare – alla squadra giallorossa femminile. Un legame forte, per una società calcistica che punta sulla squadra femminile da molto tempo: con Linkem la partnership dura oramai da tre anni. E da tempo lotta ai vertici della Serie A.

Non solo Roma, a Napoli pool di aziende investe nel calcio femminile

Non solo la Roma, sono molte le società della massima serie italiana o di città importanti che vogliono continuare a credere nel calcio femminile. Il Bologna ha annunciato che Liu Jo diventerà sponsor anche delle categorie giovanili della squadra femminile.  Non solo, a Napoli la squadra locale ha al suo fianco un intero gruppo di società, con cui punta la massima serie dopo la promozione in Serie B.

Un progetto enorme che coinvolge tantissime aziende, un azionariato diffuso che premia per la prima volta una società non professionistica. Per salire in Serie A ci vorranno giocate e qualità, ma la base conta molto. Il calcio femminile continua ad avere maggior visibilità, supportato pian piano anche dagli sponsor, vero e proprio motore di crescita.

Loading...