Cambiano gli allenatori ma non il risultato, la Casertana perde ancora

Credit Photo Casertana FC

Ennesima sconfitta per i Falchetti, ennesima dimostrazione di come nel calcio a pagare siano solo gli allenatori e non i giocatori. E’ 1-2 contro il Rende, che gioca poco, perde tanto tempo, ma segna e vince.

PRIMO TEMPO
La partita parte su ritmi alti, e la Casertana si divora subito un gol già fatto con Castaldo; la Casertana sembra essere piu’ sveglia, assume il controllo della gara e avviano un pressing forsennato che porta a un rigore, incredibilmente fallito da Castaldo.
Su questo primo, funesto presagio si chiude il primo tempo. E’ 0-0.

SECONDO TEMPO
Il Pinto che sembrava aver trovato entusiasmo viene subito ammutolito grazie allo stupendo sinistro di Awua che gela un incolpevole Adamonis con un sinistro al volo da applausi. La Casertana per l’ennesima volta in stagione va sotto nel punteggio e avvia una razione d’orgoglio, Castaldo fa tap-in su un bell assist di Padovan,

Il Pinto prova a spingere per il gol della definitiva rimonta, ma viene un altra volta freddato da Negro, che su rigore, sigla l’1-2.
Il Rende fiuta il colpaccio, perde tempo e sfiora addirittura l’1-3 sempre con Awua che con un bellissimo coast-to-coast spedisce a lato quello che sarebbe stato candidato al goal of the year.

5 minuti di recupero (pochi rispetto alle reiterate perdite di tempo della formazione ospite), la Casertana perde ancora e rischia di veder morire il sogno play-off.