Campagna Vaccinale, il plauso della UIL Caserta agli operatori sanitari e al direttore dell’Asl

La campagna vaccinale in atto nel territorio casertano viene considerata, a giusta ragione, un modello organizzativo di eccellenza a livello sia regionale che nazionale”, afferma il Segretario Generale della Uil Fpl di Caserta Domenico Vitale.

Risulta, difatti, che le inoculazioni dei vaccini ai cittadini del territorio di Caserta e provincia per contrastare la pandemia Covid 19 che sta funestando da oltre un anno il mondo intero, procedono molto speditamente, grazie al rafforzamento dei centri vaccinali, alla validità della piattaforma per la gestione delle prenotazioni, nonché grazie alle lodevoli iniziative “open day” effettuate finora .

Il ritmo di somministrazione delle dosi Astrazeneca presso l’hub della caserma Ferrari Orsi di Caserta, sede della Brigata Bersaglieri Garibaldi, nel corso del recente “Astra Day”, è stato di quasi 300 inoculazioni all’ora, consentendo a tantissimi giovani, età media di 28-29 anni, di potersi immunizzare.

Giunge notizia di uguale efficienza in occasione del “Moderna day”, in corso oggi 19 maggio 2021, destinato ai cittadini “over 65” che si sono prenotati qualche giorno fa (circa 4mila).

“Un plauso quindi al Direttore Generale dell’Asl Ferdinando Russo, nonché all’intero management, per la competenza e l’abnegazione dimostrate”, prosegue il Segretario: “è del tutto evidente”, aggiunge, “che simili lusinghieri risultati si raggiungono quando l’intera squadra mette in campo il massimo dell’impegno e della passione.

A tal proposito, un grosso grazie è rivolto a tutto il personale medico, amministrativo e di comparto che, a costo di grossi sacrifici nonchè di una grande passione ed impegno civile, ha contribuito in maniera determinante all’ ottima riuscita dell’iniziativa”.

“In occasione del prossimo tavolo di confronto – conclude Vitale – la Uil Fpl chiederà al Direttore Russo di prevedere, nell’ambito del quadro normativo vigente, la destinazione di risorse aggiuntive all’incentivazione delle ottime performances dimostrate da tutti i lavoratori impegnati, ai vari livelli, presso i centri vaccinali”.