Campania, il sogno sfumato? Forse si torna arancioni, troppo alto l’indice RT

Lasciare la zona gialla è l’incubo di tutti. Sono i numeri a parlare e quelli della regione Campania dicono cose che fanno riflettere, per esempio che la Campania ha il numero più alto di persone attualmente positive e allo stesso tempo il più basso tasso di ospedalizzazione in area critica d’Italia.

Insomma l’indice di contagio Covid, l’Rt è superiore a 1 ed è quindi da zona arancione, significa che nelle due settimane precedenti la Campania ha osservato un incremento dei contagi. Per la Campania quindi si profila lo scenario 2, ipotesi che prevede  trasmissibilità sostenuta e diffusa, ma l’epidemia è ancora gestibile nel breve o medio periodo.

E’ la classificazione di rischio bassa però a fare la differenza in questo caso e dovrebbe lasciare la regione ancora in giallo. Ad ogni modo i dati saranno valutati dalla cabina di regia e il ministro Speranza prenderà la decisione definitiva, anche se è probabile che la regine dovrà attendere altri 7 giorni per capire se ripiomberà nella zona di restrizioni e chiusure maggiori.

Il problema dell’aumento dell’indice Rt è comunque in tutta Italia, sotto 1,  pari a 0,85. Una settimana fa era più basso: 0,81. Oggi il consueto monitoraggio del venerdì che assegna i cambi di colore alle regioni. C’è attesa anche per Lazio, Lombardia, Sicilia e Calabria.