Campetti Nike, UISP Caserta: “Inaugurazione il 25 settembre e poi? Non vogliamo un’opera incompleta”

Il Comitato Territoriale UISP di Caserta si è sempre impegnato per favorire lo sviluppo delle attività  amatoriali di base, in particolare attraverso l’utilizzo virtuoso dei beni comuni, i quali possono definirsi tali solo se restano al servizio di tutta la cittadinanza attiva.

Nel contempo, siamo convinti che la politica governativa nazionale mirata al raggiungimento dell’obbiettivo del “consumo di suolo zero” , debba essere recepita in toto dagli Enti locali, scongiurando l’ipotesi che, per avere una villetta comunale attrezzata e/o un campetto sportivo/playground, sia necessario prevedere altro cemento costruendo ipermercati/centri commerciali/fast food, con risultati spesso discutibili.

Ora, sembra che siano conclusi i lavori di riqualificazione degli storici “ Campetti Nike” , poi intitolati alla cara Emanuela Gallicola; una vasta area di sport donata circa 30 anni fa da Nando Gentile ed Enzo Esposito (con la Nike), poi completamente trascurata dal Comune.

Dopo lunghe battaglie per scongiurarne la destinazione d’uso (speculazione edilizia/commerciale) e tanti interventi ed iniziative( le prime manifestazioni di protesta e Comunicati risalgono al 2012) , la Uisp prima e il Comitato Campi Nike poi, hanno riqualificato i playground e li hanno resi funzionali con ordinaria manutenzione(pulizia, manutenzione tralicci, montaggio anelli zincati/rinforzati) e con un servizio di apertura e chiusura dei cancelli d’ingresso, su base volontaria.

Però, al di là della assoluta bontà della riqualificazione è doveroso evidenziare che:
– I lavori previsti dal capitolato iniziale non sono stati ultimati(area giochi bimbi, impianto luci, impianto video sorveglianza e altri minori)

– Gli originali tabelloni di plexiglass sono stati sostituiti con altri di materiale ritenuto poco
idoneo per un playground.

– Gli anelli zincati/rinforzati montati a suo tempo dalla Uisp e dal Comitato , sono stati
inspiegabilmente sostituiti con altri assolutamente inadeguati.

– Le recenti piogge hanno evidenziato problemi di ristagno dell’acqua.
Inoltre, viene spontaneo fare alcune domande:

– Il collaudo, di cui vorremmo avere contezza, risolverà queste problematiche?

– Cosa accadrà il giorno dopo? Il Comune ha previsto un servizio di guardiania?

L’Amministrazione Comunale ha inserito il bene comune, fra quelli interessati dai recenti
progetti PUC(Progetti Utili alla Collettività) per l’utilizzo dei percettori di reddito di cittadinanza in servizi per la comunità?

L’inaugurazione avverrà il 25 Settembre prossimo con una festa organizzata dal Comune che coinvolgerà tante realtà sportive presenti a Caserta, in particolare giovanili.
Sarà senz’altro una festa gioiosa e condivisa , non vorremmo, però, che come dice l’antico e saggio proverbio “ passata la festa gabbato lo santo” , per ritrovarci con un ‘opera incompleta, che ha visto lo stanziamento di ingenti fondi (delibera n. 145/2019 totale progetto eu/mg 213ca.)