Capodrise, agli arresti domiciliari deteneva nascosta in casa una pistola con matricola abrasa

Capodrise – Nonostante fosse ristretto agli arresti domiciliari, deteneva una pistola semiautomatica calibro 7,65, con matricola abrasa e 18 munizioni dello stesso calibro, nascosta in una scatola di scarpe in camera da letto.

Lo hanno scoperto i carabinieri della Stazione di Macerata Campania nel corso del pomeriggio di oggi quando sono giunti a Capodrise, nel casertano, per eseguire un controllo nei confronti del 33enne già ristretto ai domiciliari.

I militari dell’Arma, accortisi dell’atteggiamento nervoso e sospetto dell’uomo hanno proceduto con una perquisizione personale e domiciliare rinvenendo, occultata all’interno di una scatola di scarpe in camera da letto, la pistola con matricola abrasa, illegalmente detenuta e il suo munizionamento.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. Il 33enne è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, dove è stato posto a disposizione della competente autorità giudiziaria. Dovrà rispondere di detenzione illegale di armi e munizioni e detenzione di armi clandestine.