Capua il Luogo della lingua, ritornano on line i Laboratori di scrittura diretti da Marilena Lucente

Maratona dantesca: parte da Caserta #maratonaiscoming con

Autobiografia, drammaturgia, seminari di lettura, ritornano on line i Laboratori di scrittura di Capua il Luogo della lingua, con Antonio Pascale, Marco Marsullo Angelo Callipo.

Ritornano i Laboratori di scrittura di Capua il Luogo della lingua, il festival letterario diretto da Giuseppe Bellone che dal 2005, ogni maggio, vede Capua (il luogo della lingua per antonomasia del nostro italiano, per via del famoso Placito capuano del 960), come palcoscenico privilegiato di un appuntamento fisso con le idee, la scrittura, la lettura.

Ed è dal 2005, che l’organizzazione del Festival, oltre agli eventi di maggio e quelli fuori festival durante tutto l’anno, propone i laboratori di scrittura che godono dell’attenzione di molti, non solo di chi ha l’ambizione di pubblicare, ma anche di chi insegue una carriera nelle narrazioni o, soprattutto, di chi vuole scoprire qualcosa in più di sé.

Dal 2009 i laboratori hanno la direzione della scrittrice e insegnante barese e casertana di adozione Marilena Lucente e da quest’anno propongono un’offerta ancora più ampia. Gli scrittori Antonio Pascale, Marco Marsullo, il drammaturgo Angelo Callipo, sono i primi nomi che affiancheranno, con i loro laboratori, la Lucente nella prima parte dell’anno in corso.

All’ormai collaudato laboratorio di scrittura autobiografica Raccontarsi condotto da Marilena Lucente si aggiungono il laboratorio di scrittura drammaturgica per monologo Rivelare/Rivelarsi condotto da Angelo Callipo, il laboratorio di scrittura rivolto ai ragazzi dai 18 ai 24 anni Se puoi pensarlo, puoi raccontarlo con lo scrittore Marco Marsullo, e i seminari di lettura e scrittura Leggere allunga la vita, dove con lo scrittore Antonio Pascale ci si potrà perdere e ritrovarsi nelle pagine di Marcel Proust, Franz Kafka, James Joyce e Anton P. Čechov.

Tante le novità e partnership che Capua il Luogo della Lingua prevede per quest’anno, la cui organizzazione, ricordiamo, coordina il tavolo di concertazione tra le istituzioni, le scuole, le associazioni e le imprese aderenti al Patto per la Lettura del Comune di Capua, riconosciuta dal ministero Città che Legge, e che intanto ha aperto un ottimo e proficuo dialogo dei laboratori con le scuole.

Capua il luogo della Lingua Festival con i suoi Laboratori di scrittura, lo scorso giugno, è entrato nell’Istituto Tecnico Giulio Cesare Falco di Capua diretto dalla prof. Angela Lanna, con un corso di formazione curato sempre da Marilena Lucente rivolto ai docenti di lettere.

“L’istituto ha aperto le porte alla scrittura a partire dalla scrittura di sé per indagare, scandagliare, ricercare, frugare nelle parole per dare forma al mondo. – ci dice Giuseppe Bellone – I docenti hanno avuto modo di sperimentare la funzione catartica della scrittura autobiografica, ne hanno sondato le potenzialità anche didattiche perché scrivere di sé aiuta a conoscersi meglio, aiuta a porsi delle domande e cercare delle risposte, aiuta ad organizzare meglio il proprio pensiero, a strutturarlo meglio pianificandolo sulla carta in modo sequenziale, secondo un prima e un poi. Mettere ordine tra le parole è, in fondo, mettere ordine tra i pensieri”.

Appuntamento quindi con i laboratori di scrittura di Capua il Luogo della lingua che, da ottobre a maggio, propone on line un vero e proprio laboratorio permanente di linguaggi, e come in ogni laboratorio, si impara facendo: si lavora utilizzando saperi ed esperienze, si leggono e si scrivono racconti. E come in un racconto, anche i laboratori, hanno un inizio, uno svolgimento e una conclusione. Si incomincia con l’esplorare le ragioni della scrittura, si prosegue con la pratica della narrazione, si incontrano scrittori per seminari ed esperienze, si termina con la stesura dei racconti che diventeranno Reading e performance nella prossima ogni edizione del festival.

per info e prenotazioni
Giuseppe Bellone 3389993220