Carabinieri, arresti tra Arienzo e Maddaloni. Stamattina conferenza stampa su operazione anticorruzione

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Maddaloni (CE), in via Matilde Serao, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio,  hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, di Merola Giuseppe, cl. 1975, del luogo.

 militari dell’Arma, a seguito del controllo dell’Autovettura su cui viaggiava l’arrestato, e dell’immediata perquisizione personale e veicolare, hanno rinvenuto e sequestrato un involucro di cellophane contenente gr. 95,8 di hashish. Il Merola è stato trattenuto presso le camere di sicurezza dell’Arma, in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

 Ad Arienzo invece, i militari hanno proceduto all’identificazione e all’arresto per il reato di evasione, di Palmieri Antonio, cl. 1984, residente a Caivano (NA).

Nel corso di un servizio di controllo del territorio hanno intercettato l’uomo, destinatario di un ordine di custodia cautelare emesso del Tribunale di Napoli Nord poiché evaso dalla comunità “Emmanuel” di Castel Volturno (CE), dove era detenuto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Palmieri Antonio è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria

Intanto fra poco i risultati della conferenza stampa indetta per le ore 10.30 di questa mattina, presso la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per fare il punto sull’operazione in corso nelle province di Caserta e Napoli, dei Carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone (CE), coordinati dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, volta all’esecuzione di misure cautelari nei confronti di soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, di corruzione, concussione, falso ideologico in atto pubblico, omissione di atti d’ufficio ed indebita induzione a dare o promettere utilità.

A breve aggiornamenti