I Carabinieri di Caserta incontrano gli anziani: come evitare di finire nella trappola delle truffe

SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

Campagna informativa: come capire quando si finisce nel mirino di malintezionati

I militari della Compagnia di Caserta hanno incontrato numerose persone, per lo più di età avanzata, ai quali hanno fornito preziosi consigli sui comportamenti da adottare per evitare di incappare in raggiri.

Il Comandante della Stazione Carabinieri di Caserta, Lgt C.S. Antonio Coppola, ha fornito utili suggerimenti quali:
– aprire solo a persone direttamente conosciutenon aprire la porta di casa a sconosciuti, anche se vestono l’uniforme o si presentano come dipendenti di aziende di pubblica utilità; – telefonare all’azienda cui dicono di appartenere per verificare se il personale presentatosi alla porta sia stato da loro mandato;

glp-auto-336x280
lisandro

– chiamare il 112 in caso di sospetto; quando si effettuano operazioni di prelievo o versamento in banca o in un ufficio postale, farsi accompagnare;
– evitare di prelevare nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelli di scadenze generalizzate. L’utilizzazione del bancomat deve avvenire con assoluta prudenza: evitare di operare se osservati.
– durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca o dall’ufficio postale, con i soldi in tasca, non fermarsi con sconosciuti e non farsi distrarre.

L’incontro è avvenuto presso la locale chiesa della Madonna di Lourdes.

Non sono mancati i consigli per i figli, nipoti e parenti stretti. A loro il Comandante della Stazione ha suggerito di non lasciare soli gli anziani e farsi sentire più volte al giorno. Interessarsi ai loro problemi quotidiani.

Ricordare loro di evitare di fermarsi a parlare con sconosciuti e comunque di adottare ogni cautela necessaria. Far loro capire che, in presenza del minimo dubbio, è importante chiedere aiuto anche al vicino di casa.

E’ a quest’ultimi che viene poi rivolto l’appello di scambiare quattro chiacchiere con le persone anziane che abitano nello stesso condominio o vicini di casa per fare loro avvertire la vostra presenza e disponibilità in modo da farli sentire meno soli rendendoli più sicuri. Ad ogni modo segnalare al 112 ogni circostanza anomala o sospetta che coinvolgano anziani che abitano alla porta accanto.