Carditello Festival 2024, nel cartellone cinque artisti dal Festival di San Remo e due fuori programma

Carditello Festival 2024, la presentazione a Palazzo Reale di Napoli
SANCARLO50-700
glp-auto-700x150
previous arrow
next arrow

La quinta edizione del Carditello Festival è in programma da venerdì 5 luglio a domenica 15 settembre presso il Real Sito di Carditello, a San Tammaro, con tanti artisti già protagonisti sul palco del Festival di Sanremo.

La rassegna musicale animerà il Galoppatoio di Ferdinando IV con cinque concerti live e due opere fuori programma, integrando l’offerta culturale ed enogastronomica del sito.

simplyweb2024-336
simplyweb2024-336
previous arrow
next arrow

Il Carditello Festival 2024 è organizzato dalla Fondazione Real Sito di Carditello, che si avvale del sostegno dei soci Ministero della Cultura, Regione Campania e Comune di San Tammaro.

Il programma, curato dal direttore artistico Antonello De Nicola, rappresenta un omaggio al Festival di Sanremo e agli artisti che lo hanno reso grande:

Ad aprire il cartellone sarà il tour live di Alex Britti venerdì 5 luglio;
Il secondo appuntamento è con “Torneremo ancora” di Simone Cristicchi e Amara, lunedì 10 luglio, concerto mistico dedicato a Franco Battiato;
Terza data, il concerto “Come una freccia in fondo al cuore” di Ron mercoledì 19 luglio;
La protagonista del quinto concerto sarà Fiorella Mannoia sabato 27 luglio con “Fiorella Sinfonica – Live con orchestra”;
Quinto appuntamento con “UniverSal” di Sal Da Vinci giovedì 12 settembre.

Due le opere fuori programma. L’opera buffa “Il barbiere di Siviglia” giovedì 18 luglio con l’Orchestra del Teatro Goldoni di Livorno e l’opera lirica “Cavalleria rusticana” domenica 15 settembre.

“Il Carditello Festival – afferma Maurizio Maddaloni, presidente della Fondazione Real Sito di Carditello – conferma le ambizioni della Fondazione, nella direzione tracciata dall’illuminata dinastia borbonica. Una rassegna che intendiamo dedicare alla musica italiana e alla resilienza della nostra comunità. Il festival si propone di accendere i riflettori sul territorio e, allo stesso tempo, di attrarre una nuova generazione di visitatori in un sito culturale. Una sfida ambiziosa, grazie al sostegno del Ministero della Cultura e del ministro Sangiuliano, e al supporto che la Regione Campania, attraverso Scabec, non ci ha mai fatto mancare e che ci auguriamo sia confermato anche per l’edizione 2024.

Stiamo lavorando alacremente per affermare Carditello come location ideale e come palcoscenico naturale per i grandi eventi nazionali, puntando anche su degustazioni e prodotti tipici locali che, in occasione dei concerti, arricchiscono il percorso museale. Un importante progetto di valorizzazione – conclude Maurizio Maddaloni – rafforzato anche dalla collaborazione con la Fondazione Luciano Pavarotti per avvicinare i giovani all’opera lirica e al debutto, e con l’Orchestra del Teatro Goldoni di Livorno per riscoprire la scuola musicale napoletana, che dal ‘700 ha rappresentato un punto di riferimento per tutta la storia della musica occidentale”.