Carnevale Sociale da Parco degli Aranci al Macrico, protagonista della “Fiesta de Caras” II edizione

Il Carnevale è la festa delle maschere da sempre, ma Caserta per il secondo anno consecutivo, grazie all’azione congiunta della Rete Caserta città viva ha dato vita alla Fiesta de Caras. Significa festa delle facce e non Festival de mascaras/festa delle maschere, come si potrebbe facilmente dedurre.

Questo perché nella città della Reggia la tendenza oggi è rivalutare le persone e con loro i beni comuni.

Dunque, protagonista di questo Carnevale 2020 sarà il Re dei beni comuni, il Macrico  Verde.

“Il titolo della Sfilata di quest’anno è FUORI LUOGO: ARAPE…SONG’ JE!

Chi dice sempre la sua anche quando non è richiesta…è fuori luogo!
Chi non si sente accettato e si sente però…fuori luogo!
Chi aspetta che quel cancello si apra per svelare un giardino segreto e magico…aspetta fuori al luogo dei suoi sogni!

La sfilata partira’ dalla villa comunale di Parco degli Aranci #benecomune, sabato 22 febbraio alle 15.00 per poi terminare all’ex Caserma Sacchi, #lacasadelsociale

Quest’anno il carnevale si concentra sui beni comuni quindi anche sulla tutela del verde. Ogni spazio vitale per la città avrà la sua rappresentazione, il Macrico primo tra tutti.

Macrico

L’ultimo polmone verde rimasto in città deve diventare il parco verde 100& pubblico che manca, la chiave per lo sviluppo sostenibile e la tutela ambientale di questa terra e di chi la abita”.

Intanto sono questi giorni di preparazione per il Carnevale Sociale, giorni di laboratori manuali e creativi in cui sono coinvolti moltissimi bambini di Officina Creativa.

Bambini nei laboratori del Carnevale Sociale