Casagiove attende il ritorno di Pasquale e Chiara per l’estremo saluto

Incidente stradale

La Procura di Arezzo ha disposto il dissequestro dei corpi di Pasquale Vozza e Chiara Esposito la coppia di fidanzati che ha perso la vita ieri 10 maggio in un terribile incidente nell’Aretino, mentre tornavano a casa, nel comune di Casagiove di cui erano originari.

L’auto si è ribaltata ed entrambi sono stati sbalzati fuori dall’abitacolo. Pasquale, che era alla guida del veicolo, è morto sul colpo. Per la giovane Chiara non è servita la corsa al pronto soccorso: trasportata con l’elicottero all’ospedale Le Scotte di Siena, è morta poco dopo l’arrivo. Nonostante i tentativi dei medici, i traumi riportati dalla ragazza sono stati troppo gravi.

E Casagiove si prepara per accogliere i due ragazzi, Pasquale era il nipote del Sindaco di Casagiove, Giuseppe Vozza che ha voluto ricordare la giovane coppia in particolare suo nipote Pasquale, figlio del fratello Antonio. “La tragica morte di due giovani in un terribile incidente lascia increduli – scrive su Facebook – Il primo pensiero è per loro, per l’interruzione del loro progetto di vita, poi per i loro genitori, per lo sforzo che dovranno fare per sopravvivere, poi per i fratelli, poi per i parenti come me, ed infine per tutti quelli che li hanno conosciuti e ne hanno apprezzato le doti”.

Autorizzata dunque la restituzione delle salme alle famiglie per la celebrazione del funerale che si svolgerà mercoledì 12 maggio 2021 alle ore 16.00 nella chiesa di San Michele Arcangelo. Le esequie saranno celebrate dal parroco don Stefano Giaquinto.

I due giovani erano amati e benvoluti da tanti amici e dalla comunità casagiovese, dopo sacrifici avevano lasciato la cittadina e  lavoravano al nord, Pasquale militare dell’Esercito, Chiara laureata in storia dell’arte moderna insegnava a Bergamo.