A Casagiove si premia l’arte in ogni sua forma: poesia, narrativa, musica con l’Associazione “Enrico Caruso aps”

glp-auto-700x150
mywell
previous arrow
next arrow

Si è svolta il 17 dicembre scorso, con grandissimo successo di pubblico, presso la sala consiliare del comune di Casagiove (Ce), la premiazione del 20° concorso nazionale di poesia, dell’11° concorso nazionale di caricatura e del 6° concorso nazionale di narrativa, del premio Amici della lirica e del premio Totò, giunti rispettivamente alla XV e alla V edizione.

C’era grande attesa per il nuovo prestigioso appuntamento nell’ambito delle iniziative organizzate dall’Associazione “Enrico Caruso APS” di Caserta e Casagiove per ricordare i 149 anni della nascita del tenore Enrico Caruso, e la manifestazione, patrocinata dai comuni di Casagiove e di Caserta, non ha deluso le aspettative.

sancarlolab-336-280
sancarlolab-336-280
previous arrow
next arrow

La cerimonia di premiazione del concorso, che si innesta nel solco delle grandi manifestazioni culturali organizzate dall’Associazione “Enrico Caruso APS”, che porta il nome del più grande tenore di tutti i tempi si è svolta anche questa volta dal vivo, come lo scorso marzo, alla presenza di un folto ed entusiastico pubblico di veri appassionati dell’arte e della cultura.

Tra coloro che hanno partecipato al concorso molti concorrenti sono provenuti da diverse regioni d’Italia.

La serata è stata molto interessante, con sicuri momenti di sincera emozione, in particolare nel ricordare due grandi personalità che hanno dato tanto all’Associazione “Enrico Caruso APS” e allo svolgimento delle scorse edizioni del concorso, la prof. Anna Santosuosso che era stata la coordinatrice dei concorsi e il giudice Castore Tescione, quest’ultimo presidente onorario dell’Associazione stessa., in questo momento storico così difficile per la cultura e in generale per i rapporti umani.

Non è mancato come nelle precedenti edizioni del concorso il riferimento all’arte, sia sotto l’aspetto della grande cultura letteraria che sotto l’aspetto musicale. Tra i premi quello intitolato al grande Antonio De Curtis, in arte Totò, è stato ricevuto dall’attore, scrittore e musicista Tony Laudadio, collegato a distanza perché impegnato in una tournée teatrale, valido e apprezzato interprete del panorama teatrale nazionale e non solo.

Il premio ”Amici della lirica” questa volta è stato conferito a due personalità del mondo artistico: al musicista Antonio Landolfi, affermato pianista che ha collaborato con illustri nomi del calibro di Roberto de Simone e Sergio Bruni, e al tenore Francesco Malapena, interprete napoletano di fama internazionale, che si è esibito nei più grandi teatri del mondo, vincitore del premio Caruso 2004, che ha deliziato i presenti con l’esecuzione di uno dei cavalli di battaglia del tenore Enrico Caruso, la celeberrima canzone Core ‘ngrato.

Hanno presenziato alla cerimonia di premiazione il presidente dell’Associazione Giuseppe Di Gennaro, la coordinatrice del concorso, prof.ssa Emilia Mastrangelo, i membri della commissione Anna De Core, Maria Laura Labriola, Rosa Arbolino, Maria Rosaria Di Gennaro, Savina Gravante, Laura Crescente e il vicepresidente dell’Associazione Claudio Molfino, il sindaco di Casagiove Giuseppe Vozza e l’assessore alla cultura del comune di Caserta il dottor Enzo Battarra.

I partecipanti dei concorsi sono giunti da tutt’Italia: Bergamo, Firenze, Roma Aquila e naturalmente da Caserta e tutta la Campania. La manifestazione organizzata da ben 20 anni ha creato nel tempo rapporti umani straordinari, è diventato un appuntamento che si aspetta con tanta gioia, tant’è che alcuni partecipanti ai concorsi partecipano ogni anno in segno di grande stima verso l’Associazione.

Ancora una volta l’obiettivo che si prefigge l’associazione “Enrico Caruso APS”, quello di coinvolgere bambini, ragazzi ed adulti alla cultura e di educare all’arte e alla bellezza, è stato ampiamente aggiunto. A conclusione della manifestazione sono stati numerosi i consensi per la riuscita dell’evento, organizzato interamente dall’ Associazione. La direzione artistica dell’evento è stata curata dai M° Cira Di Gennaro e Sergio Pagliarulo.