A Casal di Principe gli “Stati generali delle Terre di don Diana”: 24 anni fa il sacerdote veniva ucciso

Foto: Copertina del fumetto "don Peppe Diana - Per amore del mio popolo" di Raffaele Lupoli e Francesco Matteuzzi

Casal di Principe (Caserta) – Quest’anno in occasione del ventiquattresimo anniversario dalla morte di don Peppe Diana, il sacerdote ucciso dalla camorra il 19 marzo del 1994, non ci saranno marce o manifestazioni di piazza per ricordarlo, eventi che invece erano stati organizzati spesso negli anni scorsi.

Lunedì prossimo, proprio nel giorno in cui si festeggia San Giuseppe, Casal di Principe  ospiterà un incontro diverso, in cui, nel corso di due distinte sessioni, addetti ai lavori, magistrati ed esperti prenderanno parte agli “Stati generali delle Terre di don Diana”. Sarà un’occasione per fare il punto della situazione e capire quali cambiamenti in positivo ci sono stati dalla scomparsa di don Diana ad oggi, in una terra in cui i clan resistono ma devono fare i conti con una forte presa di coscienza della popolazione, non più disposta, grazie all’esempio di figure come lo stesso don Peppe Diana, a sottostare al potere delle mafie.

L’appuntamento, organizzato dal Comitato intitolato al parroco assassinato e dal coordinamento provinciale di Caserta dell’associazione Libera, è fissato per il 19 marzo nel bene confiscato di via Urano 18, gestito dallo stesso Comitato Don Peppe Diana. Lì si riuniranno a partire dalle 9.00 del mattino rappresentanti delle forze dell’ordine, giornalisti, magistrati, professori universitari e vari professionisti.

Nella prima sessione, intitolata “Ripartire con regole chiare ed una economia sana” si parlerà di Pubblica Amministrazione, corruzione, inefficienza e sviluppo locale a partire dall’economia sociale e dal riutilizzo dei beni confiscati. Nella seconda, chiamata “Comunità educative, giuste e sane” si parlerà di salute, tutela ambientale, welfare, giustizia e formazione, tutti elementi che possono contribuire fortemente al miglioramento delle condizioni di vita e della stessa società.

A don Peppe Diana e a tutte le vittime innocenti della camorra sarà dedicato anche il concerto in programma domenica 18 marzo alle ore 18.00 presso il Teatro della Legalità di Casal di Principe.