Caserta, al Liceo Classico della Comunicazione “Giannone” assegnato il Primo Premio Storie di Alternanza

Caserta, al Liceo Classico della Comunicazione Giannone assegnato il Premio Storie di Alternanza

La pandemia globale, che ha sconvolto la collettiva concezione della realtà e di tutti quei piccoli ed imprescindibili universi comunitari che rappresentano (costituzionalmente intesi) “le formazioni sociali ove si svolge la personalità dell’individuo”, ha rubato agli studenti una parte fondamentale della loro vita e del loro percorso di formazione.

La scuola, però, sebbene in maniera sempre più astratta e meno tangibile, ha accompagnato gli studenti in questa delicata fase storica con lezioni online e ingegnosi percorsi di alternanza scuola-lavoro.

Proprio oggi, 23 novembre 2020, sono stati premiati virtualmente gli istituti del territorio casertano i cui percorsi di alternanza si sono distinti per originalità e interesse.

Il Premio “Storie di Alternanza” è una iniziativa di Unioncamere realizzata in sinergia con le Camere di Commercio territoriali italiane che si propongono di investire sulla scuola e, pertanto, sulla linfa vitale della nostra società.

La videoconferenza, aperta dai saluti della dottoressa Ciretta Napolitano, è stata poi guidata dal Presidente della Camera di Commercio di Caserta, il dottore Tommaso De Simone che, coadiuvato dalla dottoressa Barletta, ha proclamato i vincitori sia dei premi canonici che delle numerose menzioni speciali.

Sul podio si sono classificati i brillanti lavori del Liceo “Pizzi” di Capua (terzo posto), il Liceo “Amaldi-Nevio” di Santa Maria Capua Vetere (secondo posto) e il Liceo “Pietro Giannone” di Caserta (primo posto).

Sarà proprio la classe 5E del Liceo Classico della Comunicazione “Pietro Giannone”, già in attesa del Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, a rappresentare la Provincia di Caserta in ambito nazionale alla premiazione che si terrà giovedì 26 novembre.

Un percorso di alternanza, quello intrapreso dagli allievi dello storico liceo di Caserta, particolarmente stimolante e al passo con i complessi tempi che corrono.

Gli studenti della comunicazione, infatti, guidati dal tutor Gianrolando Scaringi della società Sly Production, hanno creato lo “Stay at Home (coronavirus + emergency) Film Festival”, un festival cinematografico che ha offerto al pubblico l’occasione di visionare e premiare le migliori produzioni cinematografiche indipendenti realizzate in casa durante l’emergenza coronavirus e non solo, confrontandosi sui temi trattati dai registi  dal proprio PC, in piena sicurezza.

Un’iniziativa, questa, che ha riscontrato una risonanza globale: hanno partecipato al festival virtuale più di 1000 registi provenienti da ben 77 nazioni diverse.

In un momento storico così buio come quello che stiamo vivendo si riscopre, dunque, l’importanza di investire sulla scuola e, in particolare, sulla costruzione di quei ponti di incontro imprescindibili tra il mondo dell’istruzione e la realtà del lavoro.