Caserta: clima di tensione tra i lavoratori somministrati presso l’Azienda Ospedaliera

Le Organizzazioni sindacali territoriali e di categoria della CISL informano che in data 13 settembre 2019 presso l’Azienda Ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta si è svolta l’Assemblea sindacale dei lavoratori in somministrazione in utilizzo presso la suddetta azienda, appositamente indetta dalla FeLSA-CISL in uno con la partecipazione della CISL-FP e della UST-CISL di Caserta.

L’Assemblea è stata indetta a seguito del clima di tensione venutosi a creare per le procedure di reclutamento che la stessa Azienda sta perseguendo da diversi mesi e che hanno portato i lavoratori somministrati in uno stato di forte preoccupazione per l’incertezza del prosieguo della propria attività lavorativa.

L’Assemblea è stata occasione per comunicare a tutti i lavoratori presenti i contenuti dell’incontro avvenuto in data 12 settembre 2019 tra la CISL e i vertici dell’AORN Caserta. Da tale incontro è emerso che le procedure poste in essere sono in linea con la normativa vigente e rispettose dell’accordo precedentemente avvenuto in sede prefettizia.

L’accordo prevedeva un iter ben definito: l’espletamento dei bandi di mobilità, bando di concorso pubblico e, nelle more di un espletamento di concorso pubblico, che necessita di un iter medio lungo, la deliberazione di un avviso pubblico a tempo determinato.

La CISL con le Federazioni riafferma con forza che questa è la strada più idonea a garantire i livelli occupazionali dei lavoratori in somministrazione.

A tal proposito auspicano che tali procedure vengano espletate con celerità al fine di assicurare i L.E.A. e creare un clima di maggiore tranquillità tra i lavoratori che per anni hanno svolto il proprio lavoro con esperienza, professionalità e competenza, tale da garantire l’erogazione dei servizi sanitari indispensabili in un periodo decennale che ha visto un blocco assunzionale del personale del SSN.

L’Assemblea fa appello alle istituzioni tutte affinché venga assicurata la salvaguardia dei livelli occupazionali ed una migliore erogazione dei servizi dell’AORN Caserta.