Caserta, ennesimo furto di ruote nella notte nel Parco degli Aranci (ex 167)

Furto di ruote a Caserta

Ancora una volta ci troviamo a denunciare un caso eclatante di degrado morale oltre che urbano. È accaduto nella sera tra il 19 e il 20 gennaio in una delle periferie della Città di Caserta il furto completo di ben quattro ruote ad una autovettura in sosta su una strada che, a quanto pare, può definirsi tranquilla solo in apparenza.

Il caso è avvenuto più precisamente in piazza Ungaretti in Falciano di Caserta, zona ex 167. La vettura, una Jeep Renegade grigia, giaceva, probabilmente come di consueto, di fronte ad uno dei palazzi lì situati. Dopo aver montato il crick, ben adoperato con un masso in pietra come supporto, i malviventi avrebbero proceduto con l’asportazione dei pezzi, lasciando sotto gli occhi di tutti il veicolo privo di pneumatici sollevato dai soli bracci idraulici.

Non conosciamo ancora la reazione del proprietario e conducente della Jeep, che con molta certezza avrà subito un bruttissimo risveglio.

Sicuramente non è il primo furto al mondo di questo tipo, ma solo uno di una lunga serie. Ciò che dovrebbe far riflettere è l’assenza di vigilanza e tutela del territorio, specialmente quello periferico, che da anni ormai lamenta situazioni di degrado di vario genere.

Non dimentichiamo casi di spaccio, rapine e vandalismo, che sempre più spesso trova le sue vittime nelle strade dimenticate della Città capoluogo di provincia. Sicuramente l’abbandono da parte delle Istituzioni sta favorendo in queste zone un “decremento di moralità”. Si spera ancora in un intervento fattivo da parte di tutti, del resto la speranza è solo l’ultima a morire. Per ora a pagare le conseguenze di questa storia sarà solo il povero malcapitato.