Caserta, Festa della Repubblica, cerimonia “contenuta” e in diretta streaming su YouTube (VIDEO)

Prefettura di Caserta con il Tricolore
Prefettura di Caserta con il Tricolore

La Festa della Repubblica è una giornata celebrativa nazionale che commemora la nascita della Repubblica Italiana. Si festeggia ogni anno il 2 giugno, data del referendum istituzionale del 1946.

“Il 2 e il 3 giugno del 1946 si tenne un referendum istituzionale con il quale gli italiani vennero chiamati alle urne per decidere quale forma di stato,  monarchia o Repubblica – dare al Paese.

Il referendum fu indetto al termine della seconda guerra mondiale, qualche anno dopo la caduta del fascismo, il regime dittatoriale che era stato sostenuto dalla famiglia reale italiana per più di 20 anni.”

Questa mattina alle 11.00 a Caserta, la cerimonia, come di consueto è avvenuta al Monumento ai Caduti, in via Unità Italiana, dinanzi una platea non troppo numerosa per evitare gli assembramenti, osservando le norme ministeriali ancora in atto in questa Fase 2 del Paese, impartite dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Una cerimonia in modalità contenuta e con la presenza di un limitatissimo numero di autorità, tanto da garantire il pieno rispetto del distanziamento sociale, che però è stato possibile seguire in modalità streaming sul canale youtube della Prefettura: https://www.youtube.com/watch?v=U9mPzvA_CD0&feature=youtu.be

Alle 10.50 erano già schierati sul piazzale i Gonfaloni decorati di Medaglia d’oro al Valor Militare dei Comuni di Bellona e Mignano Monte Lungo, e di quelli del Comune di Caserta e della Provincia di Caserta. Sono stati poi esposti i 3 Labari in rappresentanza delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

Schierati anche il Sindaco di Caserta Carlo Marino, il Presidente della Provincia Giorgio Magliocca, il Prefetto di Caserta Raffaele Ruberto e il Generale Nicola Terzano, Comandante della Divisione “Acquidi Capuaper la deposizione delle Corone d’alloro celebrative.

Dopo l’alzabandiera ed il saluto ai Caduti, Il Prefetto ha preso la parola leggendo il discorso che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inviato ai Prefetti d’Italia, dando il via in ogni città alle celebrazioni per la Festa della Repubblica.

L’eccezionalità della situazione ha determinato difficoltà mai sperimentate nella storia della Repubblica, ponendo a tutti i livelli di governo una continua domanda di unità, responsabilità e coesione”. 

“La ricorrenza del 2 giugno -sottolineava Mattarella – coincide quest’anno con un momento particolarmente difficile per il Paese , che si avvia alla ripresa dopo la fase più drammatica dell’emergenza sanitaria da Covid-19″.

Una fase in cui, ha ricordato il capo dello Stato, fondamentale è stato il ruolo delle prefetture e delle istituzioni locali, anch’esse in prima linea, con «uno sforzo straordinario», per fronteggiare la crisi che ha colpito il Paese e “l’impatto che essa ha avuto su ogni aspetto della vita quotidiana e il dolore che ha pervaso le comunità colpite dalla perdita improvvisa di tante persone care“.

Una cerimonia breve ma sentita, soprattutto in virtù del particolare desiderio di ripartita che le città stanno vivendo sotto ogni aspetto della vita quotidiana.

E per l’occasione, lo storico Palazzo “Acquaviva“, sede della Prefettura, sin dalle prime ore del mattino, è stato fasciato da un grande Drappo tricolore, collocato dai Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Caserta.