Caserta, “La città che vorrei dopo il Covid-19”: dal 6 luglio la selezione dei vincitori del concorso

Caserta – Sono scaduti i termini di adesione al Concorso “La città che vorrei dopo il Covid-19: nuovi stili di vita e nuove possibilità”, promosso dall’associazione Gianluca Sgueglia, coadiuvata dal Comitato Caserta Young, in partenariato con il Comune di Caserta, la Coldiretti e il Liceo Scientifico Armando Diaz.

Lunedì 6 luglio si riunirà la Commissione giudicatrice che avrà il compito di selezionare, tra oltre 120 elaborati, i tre che avranno centrato l’obiettivo di offrire una visione sul futuro della Città e avanzare suggerimenti – anche alla luce dell’esperienza del Covid-19 – su temi chiave quali la possibilità di ridurre l’impatto ambientale, migliorare la viabilità, fare cultura con proposte innovative, valorizzare il patrimonio storico, artistico e culturale della città, accrescere la capacità della Reggia di Caserta (Patrimonio dell’Umanità Unesco), fare da traino per l’economia cittadina.

Concorrono per i premi finali gli allievi del Liceo Scientifico Armando Diaz, del Liceo Classico Pietro Giannone, del Liceo Artistico, degli Istituti Giordani, Buonarroti, Terra di Lavoro, Galileo Ferraris.

Alla prima riunione saranno presenti l’assessora alla Cultura, Lucia Monaco; la presidente dell’associazione Gianluca Sgueglia, Maria Luisa Ventriglia; Antonio Sgueglia, Stefano Malorni ed Alfredo Fontanella per lo staff organizzativo.

I lavori della Commissione termineranno nel prossimo mese di agosto; la premiazione è prevista per la metà del mese di settembre

I componenti della Commissione giudicatrice:

Ida Alborino, ex docente del liceo classico “P. Giannone” di Caserta, ha collaborato con enti e istituzioni con incarichi attinenti alla formazione degli studenti e del personale docente.

Carmen De Rosa, laureata in Sociologia, imprenditrice, docente accreditata presso il Ministero della Giustizia, formatore e conciliatore.

Nicola Graziano, magistrato ordinario, giornalista pubblicista, scrittore, membro del Comitato scientifico dell’Istituto Eurispes.

Diana Lama, medico specialista, scrittrice di gialli, socia fondatrice di Napolinoir; per cinque anni ha condotto Parole in Giallo, primo concorso letterario nazionale di genere giallo rivolto a studenti di ogni ordine e grado.

Gianfranco Tozza, ingegnere elettronico, esperto in tutela e salvaguardia del patrimonio ambientale, membro del Direttivo e del Comitato di presidenza del Comitato Scientifico di Legambiente Campania. Esperto in pianificazione territoriale e in sviluppo sostenibile, è coprogettista del parco urbano Macrico in Caserta.