Caserta, l’Associazione Vivi San Clemente lancia una petizione contro la realizzazione della (non richiesta) pista di pattinaggio

Al Sindaco di Caserta Avv. Carlo Marino
Al Dirigente del Settore Lavori Pubblici Ing. Francesco Biondi p.c.
Al Segretario Generale dott. Salvatore Massi
Al Presidente del Consiglio Comunale avv. Michele De Florio

I sottoscritti, rappresentanti di associazioni, comitati, movimenti e singoli cittadini

PREMESSO CHE

con deliberazione di giunta comunale numero 83 del 19 giugno 2019, pubblicata all’albo pretorio del Comune di Caserta, veniva approvato lo studio di fattibilità tecnico ed economico per la riqualificazione dell’area a verde attrezzato dell’ex campo sportivo della frazione di San Clemente;

in particolare dalla relazione tecnica e dal computo metrico si evince che verrà costruita una pista di pattinaggio che occuperà i due terzi dell’intera piazza costringendo all’abbattimento di almeno sessanta alberi, nella fattispecie si tratta di ‘ligustro variegato’, all’eliminazione dell’attuale campo di calcio regolamentare (e dell’annessa tribuna) che sarà trasferito sul versante opposto della piazza,  ridimensionato e trasformato in un campetto polivalente e alla rimozione delle due pedane in cemento attualmente utilizzate dai residenti e da tutti gli avventori della villetta per spettacoli teatrali e musicali oltre che come pista da ballo;

OSSERVATO CHE

la villetta è molto frequentata in tutte le ore del giorno perché è l’unica della frazione e che il campo di calcio incontra il favore di una larga fetta di cittadini di ogni fascia di età mentre al contrario non risultano richieste per il pattinaggio che rappresenta a tutti gli effetti uno sport elitario e poco praticato a queste latitudini e destinato dunque ad un target molto
ristretto ;

la villetta avrebbe bisogno di ulteriori piantumazioni per contrastare le famigerate polveri sottili sprigionate dagli impianti di estrazione che si trovano nelle immediate vicinanze di quest’area, di un impianto di illuminazione, di nuove giostrine per i bambini, di un’area da destinare agli anziani (vedi per esempio un bocciodromo), di una pista ciclabile, di
una dog area;

SI CHIEDE

di voler modificare il progetto di riqualificazione della villetta, utilizzando i finanziamenti messi a disposizione dalla Regione Campania e i fondi
comunali disponibili in bilancio, per interventi che rispondano realmente alle esigenze di questa comunità, per anni abbandonata al degrado totale
dalle istituzioni, e non per arrecare ulteriori e nuovi disagi alla collettività privandola anche dell’unico spazio verde attrezzato di cui dispone in questa frazione.

Loading...