Caserta, l’istituto Comprensivo Vanvitelli con Happy Hand, magliette e gadget “d’autore” realizzati con l’Atelier digitale

Anche quest’anno l’Istituto Comprensivo “Vanvitelli” di Caserta collabora con “Happy Hand”, la manifestazione di giochi senza barriere e festival dell’inclusione sociale che si terrà a Caserta i prossimi 19 e 20 ottobre al palazzetto di via Medaglie d’oro.

Non è la prima volta: l’Istituto, infatti, ha collaborato all’evento nelle varie edizioni che si sono tenute a Caserta ed anche quest’anno sarà tra i protagonisti, ben felice di aiutare Pietro nella sua battaglia quotidiana e ben consapevole che le barriere sono esclusivamente nella mente delle persone.

Alunni e docenti prenderanno quindi parte sabato e domenica alle attività previste desiderosi di portare in pubblico le attività che fanno nella normale attività scolastica a favore dell’inclusione e del rispetto della diversità.

Diverse infatti sono state le iniziative portate avanti negli scorsi anni: dal laboratorio di teatro sociale in cui un bel numero di alunni ha lavorato sulle proprie abilità personali per creare uno spettacolo, alla “Giornata dei talenti” per la valorizzazione delle identità e diversità personali e a tante altre iniziative.

Per l’edizione di quest’anno di “Happy Hand”, con l’aiuto dell’animatore digitale dell’Istituto, i ragazzi hanno ideato e realizzato una serie limitata di magliette “d’autore” che metteranno in vendita al miglior offerente, quasi una sorta di brand originale dell’Istituto.

Grazie alle attrezzature dell’Atelier digitale presente a scuola, su dei capi in fibra naturale (l’attenzione per l’ambiente è un altro dei temi portanti del corrente anno scolastico), i ragazzi hanno stampato una serie di frasi-slogan che essi stessi hanno ideato negli scorsi anni quando a scuola hanno celebrato la loro giornata “dei talenti”.

Così sperano di raggiungere un doppio risultato: contribuire alla causa di Pietro e di tutte le persone per cui lavora “Happy Hand” ed insieme sensibilizzare il pubblico su tematiche così delicate e sempre attuali.

 

Loading...