Caserta, Luca Barbarossa stasera chiude la 47esima edizione del Settembre al Borgo

Stasera, domenica 8 settembre, il borgo di Casertavecchia ospita il il cantautore romano Luca Barbarossa in scena dalle ore 21 al Teatro della Torre per l’ultimo appuntamento della 47esima edizione di “Settembre al borgo”. Ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti.

Luca Barbarossa ha sempre avuto un approccio molto personale alla popolarità, ha percorso una strada sempre e comunque autonoma: ha partecipato ben nove volte al Festival di Sanremo, ma lì ha portato – tra le altre – una canzone sulla violenza sessuale (L’amore rubato), ritratti poco folcloristici della sua Roma (Roma puttana, diventata poi Roma spogliata, via Margutta) e la storia di una prostituta nomade (Fortuna); già nel 1999 ha lasciato le major per fondare una sua etichetta – la Margutta ’86 – e autoprodursi.

Ogni volta che impugna un microfono, Luca Barbarossa porta con sé un intero mondo: le doti di intrattenitore ironico, empatico e attento sono il cardine intorno a cui ha costruito tante conduzioni di successo.

Un mondo particolare è quello ritratto nel suo più recente progetto musicale, “Roma è de tutti”, l’undicesimo album in studio del cantautore italiano, pubblicato il 9 febbraio 2018.  Un lavoro artigianale, in romano, nella lingua che si parla e si ascolta per le strade della Capitale, una parlata e un orizzonte sociale e umano che ritraggono una città che è soprattutto uno stato d’animo. Con “Passame er sale” Luca ha portato a Sanremo la parlata romana, per la prima volta nelle 68 edizioni del Festival.

Questi racconti di vita quotidiana – ironici, drammatici, sentimentali – nel disco sono narrati insieme ad artisti ospiti (Fiorella Mannoia in duetto nella track list e Alessandro Mannarino in duetto in Madur – Morte accidentale di un romano). Quelle storie, grazie a un fortunato tour teatrale, sono arrivate tra la gente, lungo tutta la penisola, e sono diventate un piccolo patrimonio di ognuno, cantate da tutti in giro per lo Stivale.