Caserta, metalmeccanici a Piazza Vanvitelli. Palumbo e Naddei: ” Con noi consenso sociale”

Abbiamo rappresentato al Prefetto di Caserta la nostra apprensione riguardo alle politiche industriali con specifica attenzione alle difficoltà del settore metalmeccanico. Riteniamo determinante che i lavoratori del comparto possano ricevere nella maniera più spedita possibile quanto dovuto in termini di ammortizzatori sociali, e riteniamo altresì necessaria una maggiore concretezza da parte del governo“.

E’ quanto ha enunciato il Segretario Provinciale della Ugl Metalmeccanici Mauro Naddei nel corso di un incontro tenutosi questa mattina in prefettura a margine di un presidio organizzato in Piazza Vanvitelli. La delegazione della Ugl era composta dal Segretario territoriale di Caserta Ferdinando Palumbo, dalla Vice Segretaria Marianna Grande, dal dirigente provinciale dei metalmeccanici Luigi Miccolo e dallo stesso Naddei.

“E’ stata l’occasione” ha chiarito Palumbo “per consegnare anche il documento sulla ripartenza redatto dalla nostra organizzazione in sede regionale. Caserta ed il suo territorio, che negli anni 80 venivano definiti ‘la Brianza del sud’ per la stragrande presenza di industrie, non possono permettersi emorragie nel settore manifatturiero. Abbiamo parlato anche di Agricoltura e Turismo, chiedendo che venga combattuta la piaga del caporalato ed incentivate le filiere lavorative“.

Sostenuta la presenza della società civile, dei segretari e dei dirigenti delle altre categorie, tra i quali Antonio Maturo Segretario della Ugl Chimici, Luca Tortora della Sicurezza Civile, Vincenzo del Gaudio titolare della categoria pensionati, Francesco Saporito, Giuseppe Russo e la dirigente politica del comune di Teano Annabella D’Angelo..