Caserta. Serate al Foyer del Teatro Comunale. Doppio evento gitano sabato 7 maggio

Serate al foyer. Musica, danza e arte. Doppio evento gitano sabato 7 maggio.
Ore 17: workshop di danza gipsy con Carmen Famiglietti
Ore 21: Kethane Gipsy Dance

Sabato 7 maggio doppio appuntamento gitano per le “Serate al Foyer”, una iniziativa della Genovese Management con la direzione artistica di Donato Tartaglione e in collaborazione con il Teatro Pubblico Campano e il Comune di Caserta. Questa prima rassegna di quattro giorni consacrerà il Foyer del Teatro Comunale Parravano di Caserta come spazio culturale e creativo riconquistato alla città.

Nell’ottica di una cultura multidisciplinare si inserisce il doppio evento di sabato 7 maggio dedicato alla danza gitana. Alle 17 il workshop con l’artista Carmen Famiglietti. Alle 21 lo spettacolo con le Kethane Gipsy dance, le danzatrici del Vesuvio.

Danza gipsy è guardare alla varietà del mondo: esistono musiche e danze caratteristiche a seconda della zona geografica di riferimento. Nelle performance passi di danza tipici si fondono con altri innovativi che sono il segno distintivo delle Kethane Gipsy Dance.

Con sorrisi, colori e allegria ci sarà l’incontro tra donne tutte diverse ma con in comune una grande passione per la danza e il mondo gitano. Ispirate dalla cultura romaní così affascinante, variegata e dalle espressioni artistiche estremamente ricche, le Kethane Gipsy Dance presentano coreografie coinvolgenti e piene di sfumature in cui si susseguono emozioni tramutate in danza.

La «quattro giorni» dal 23 aprile al 15 maggio, come annunciato, vive non solo di musica, ma anche di sconfinamenti in altri linguaggi dell’arte. E al tutto si aggiunge anche una piacevole incursione nella gastronomia accompagnata dalla degustazione di ottimi vini che sono eccellenze del territorio.

L’idea è quella di trasformare il Teatro Comunale, dedicato a Costantino Parravano, e l’annesso edificio dell’ex Pretura in una vera e propria macchina della cultura, che ha come fulcro proprio gli ampi e articolati spazi del foyer. Non solo teatro dunque, ma anche caffè letterario, salotto giornalistico, luogo espositivo, sale per concerti, proiezioni cinematografiche d’essai. Insomma, un vero e proprio hub culturale nel cuore della città, in via Mazzini.

Terzo atteso appuntamento della rassegna è per sabato 14 maggio con «Il pensiero oltre la tela…» incontro con l’artista Arturo Casanova. A seguire la musica di Tullio Pizzorno.
Quindi, domenica 15 maggio il «Meglio soul…». Sandro Ferrara: percussion, Enzo Anastasio: alto & soprano sax, Federico Luongo guitar, Toto Allozzi piano & key e Domenico de Marco batteria.

Nel corso delle serate saranno esposte le opere dell’artista Daniele Lizambri.