A Caserta spuntano i primi sensori all’interno delle strisce blu: ecco a cosa servono

I sensori installati in via Santorio

Caserta – Continuano a far discutere, nel bene e nel male, le novità introdotte con il nuovo sistema dei parcheggi gestito dalla società TMP, attivo ormai da quasi un mese nella città di Caserta. Da un lato i problemi iniziali legati in particolare al malfunzionamento delle colonnine in alcune zone e all’introduzione del numero di targa per il pagamento, dall’altro la possibilità prevista di poter risparmiare in media circa il 40% sulle tariffe. Ma proprio quando tutto sembrava essere stato “assimilato”, ecco che negli ultimi giorni sono comparsi all’interno di alcuni stalli delimitati dalle strisce blu della zona A degli “oggetti misteriosi” che hanno destato la curiosità dei cittadini.

Si tratta in realtà di sensori che al momento sono stati installati, durante la giornata di venerdì, soltanto in via Patturelli e in via Santorio.

Compito dei sensori sarà quello di rendere più semplice e immediata per gli automobilisti la scelta delle strade in cui parcheggiare il proprio veicolo. E’ prevista infatti prossimamente l’introduzione di un’applicazione fruibile su smartphone che darà la possibilità di verificare in tempo reale la disponibilità di posti auto lungo le varie arterie stradali e scegliere così dove dirigersi.

Se il servizio dovesse dimostrarsi efficace, come ci auguriamo, esso potrebbe rappresentare una risorsa importante per i cittadini, che così potrebbero non solo evitare di sprecare tempo e carburante alla ricerca del fatidico posto (in questo senso la soluzione ideale resta sempre quella di uscire a piedi o in bici), ma anche pagare la tariffa tramite l’app con la propria carta di credito.

L’installazione dei sensori proseguirà nei prossimi giorni in altre zone principali della città (tra queste corso Trieste, via Roma, piazza Vanvitelli, corso Giannone, via San Carlo, via Unità Italiana e via Caduti sul Lavoro) e a tal proposito il Comune ha disposto il divieto di sosta valido dalle 8.00 alle 16.00 lungo le strade che saranno di volta in volta sottoposte agli interventi.

Il cambiamento sembra poter essere foriero di vantaggi, ma per un bilancio definitivo bisognerà aspettare che il servizio sia definitivamente attivo.