Caserta, “Una storia per te… in punta di dita” a cura di Biblioteca Bene Comune

Una storia per te... in punta di dita

LETTURE PER TUTTI: STORIE DI CULTURA ED INCLUSIONE A CURA DI BIBLIOTECA BENE COMUNE E COL SUPPORTO DELL’ASSESSORATO ALLA CULTURA DELLA CITTÀ DI CASERTA.

Questa settimana, la rete associativa del progetto Biblioteca Bene Comune, sostenuto da Fondazione con il Sud e dal Centro per il libro e la lettura, ha messo in campo 3 presentazioni di libri in live streaming, che hanno raggiunto complessivamente circa 4000 visualizzazioni sui diversi canali coinvolti e generato più di 600 interazioni tra commenti, like e condivisioni, sostenute anche dalla rete del Patto per la Lettura città di Caserta.

La settimana è iniziata con la presentazione del libro “Io sono Joy”, un grido di libertà dalla schiavitù della tratta, raccontata nel potente libro-testimonianza scritto da Mariapia Bonanate (Edizioni San Paolo) e promosso dalla Coop. Sociale NewHope. Abbiamo poi proseguito con la presentazione del libro “La lezione di Pietro Greco. Quando la divulgazione scientifica è un’arte”, edito da Left e organizzato da Auser e Le Piazze del Sapere.

Il ciclo si è concluso presentando il terzo libro, “23.45” esordio letterario dell’autore casertano Luigi Nittoli (Graus Editore) organizzato dall’associazione Combo Comitato Biblioteca Organizzata. È possibile chiedere questi 3 libri in prestito con consegna a domicilio, grazie al servizio gratuito di ‘book delivery’ di Biblioteca Bene Comune, scegliendoli tra i circa 900 titoli del catalogo consultabile sul sito www.bibliotecabenecomune.org/book-delivery

Biblioteca Bene Comune è inoltre pronta a lanciare una nuova attività, nel segno dell’inclusione e della lettura accessibile a tutti, a partire dai più piccoli.
“Una storia per te…in punta di dita” è il ciclo di video letture ad alta voce e in Lingua dei Segni Italiana, curato da due associazioni partner del progetto, Abile Mente Onlus e Chiedilo alla Luna, per il progetto Biblioteca Bene Comune.

In ogni episodio, con l’aiuto di un piccolo teatrino kamishibai, un originale ed efficace strumento di origine giapponese per l’animazione alla lettura, viene esplorato un albo illustrato per bambini, insegnando loro a tradurre i suoi racconti in segni. In particolare in ogni video viene presentato l’albo ed il suo autore, vengono letti ad alta voce alcuni estratti dell’albo tradotti simultaneamente in Lingua dei Segni Italiana, ed infine vengono scelti e segnati dei Segni “chiave”, concludendo con una sezione di approfondimento e grammatica del Segno.

Dopo la prima sperimentazione con l’episodio dedicato all’albo “Che cos’è un bambino?” (Edizioni Topipittori), scritto ed illustrato da Beatrice Alemagna, è online da oggi il secondo episodio, dedicato a “Il Filo Magico” (Terre di mezzo Editore), scritto da Mac Barnett con illustrazioni di Jon Klassen, che racconta una storia semplice e significativa sulla magia del dono e della condivisione, con lettura ad alta voce di Carmen Di Carluccio e traduzione in lingua dei segni italiana di Antonella Fruguglietti.

Gli episodi vengono pubblicati periodicamente sui canali social di Biblioteca Bene Comune (facebook e instagram) e sul sito del progetto alla pagina https://bibliotecabenecomune.org/una-storia-per-te-in-punta-di-dita, dove è anche possibile scaricare schede di approfondimento per ogni video lettura.