Caserta, strade dissestate e buche: i marciapiedi sono un percorso ad ostacoli per i cittadini

Caserta, ecco come si presenta il marciapiedi di Via Unità Italiana
SANCARLO50-700
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

La situazione del fondo stradale è un problema che da tempo preoccupa i cittadini casertani costretti, ogni giorno, a fare i conti con vetture danneggiate e con rovinose cadute dovute alla situazione disastrosa di strade e marciapiedi cittadini.

I danni al manto stradale, presenti anche nelle le zone più trafficate, possono essere causa di incidenti automobilistici, ma possono anche coinvolgere i poveri pedoni costretti a fare lo slalom tra mattonelle dei marciapiedi sollevate, avvallamenti dell’asfalto e buche diffuse.

glp-auto-336x280
lisandro

Esemplificativa la situazione di Via Unità D’Italia, snodo cittadino cruciale per accedere a via Roma e al centralissimo Corso Trieste, il cui marciapiede sembra essere reduce da un vero e proprio bombardamento. A farne le spese, ieri mattina, è stata una docente di un noto liceo casertano che, nel tentativo di raggiungere la propria scolaresca presso il teatro Don Bosco, è incappata in uno dei mattoni rialzati, cadendo rovinosamente e destando la preoccupazione degli automobilisti che si sono fermati a prestarle soccorso.

Insidiosa “trappola per pedoni” su un marciapiedi

I fossi e le famigerate mattonelle sollevate che sono, purtroppo, presenti in tantissime zone di Caserta rappresentano un rischio tangibile per chi è costretto a transitare o per chi vuole semplicemente concedersi una passeggiata, anche e soprattutto i tanti anziani che amano trascorrere il loro tempo per le vie casertane.

Importante è che per i cittadini questo pericolosissimo “percorso ad ostacoli” non diventi prassi a cui rassegnarsi ma che ci si adoperi al fine di preservare le strade.

Fondamentale è l’intervento dell’amministrazione comunale che avrebbe il dovere di correre ai ripari con la normale e indispensabile manutenzione necessaria per garantire la sicurezza delle nostre strade. Via Unità d’Italia, Viale Carlo III, Via Acquaviva, ma anche la frequentatissima Piazza Pitesti richiedono interventi decisi per riportare almeno la situazione ad uno stato di normalità.

È necessario aspettare l’ennesimo incidente con conseguenze gravi se non fatali o qualcuno dovrebbe attivarsi prima?