Caserta fa tris al David di Donatello: trionfano Francesco Piccolo, Pietro Marcello e Mario Tronco

Pierfrancesco Favino, Miglior attore protagonista per “Il traditore”
David di Donatello 2020: Pierfrancesco Favino, miglior attore protagonista nel film “Il traditore”

Nella serata di ieri, su Rai 1, è andata in onda la premiazione dei David di Donatello 2020, in un’atmosfera del tutto inusuale, data l’emergenza Coronavirus.

Il presentatore dell’evento è stato per la quinta volta nella sua carriera Carlo Conti, che ha portato avanti una cerimonia non facile, poiché per la prima volta nella storia non è stato possibile realizzarla in un teatro e davanti a un pubblico. Infatti, è stata svolta nello Studio 2 di Via Teulada a Roma, collegandosi con i candidati al premio attraverso le ormai comuni videochiamate.

Il film che ha ottenuto più riconoscimenti è stato “Il traditore” (6 statuette su 18 candidature), di Marco Bellocchio, seguito da “Pinocchio” di Matteo Garrone (5 su 15) e “Il primo re” di Matteo Rovere (3 su 15).

I vincitori dei premi più importanti sono stati:

  • Miglior film: “Il traditore”
  • Miglior regia: Marco Bellocchio
  • Miglior attore protagonista: Pierfrancesco Favino per “Il traditore”
  • Miglior attore non protagonista: Luigi Lo Cascio per “Il traditore”
  • Miglior attrice protagonista: Jasmine Trinca per “La dea fortuna”
  • Miglior attrice non protagonista: Valeria Golino per “5 è il numero perfetto”

Da sottolineare soprattutto la vittoria di tre casertani, che, grazie al loro lavoro, hanno contribuito a portare in alto il nome e l’immagine della nostra città in Italia e nel mondo.

Francesco Piccolo ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura de “Il traditore”, realizzata insieme a Marco Bellocchio, Valia Santella e Ludovica Rampoldi. Aveva già ottenuto 8 nomination in passato e 2 David, uno per “La prima cosa bella” del 2010 e uno per “Il capitale umano” del 2014. Inoltre, come scrittore, aveva vinto il Premio Strega 2014 con il libro “Il desiderio di essere come tutti”.

Una statuetta anche per Pietro Marcello, che con Maurizio Braucci ha realizzato la miglior sceneggiatura non originale di Martin Eden. Era stato già insignito di una statuetta nel 2010 per il documentario “La bocca del lupo”.

Allori anche per Mario Tronco, che ha diretto il musical “Il flauto magico di piazza Vittorio”.

Le parole del sindaco Carlo Marino a riguardo: “Gli auguri della Città e i miei complimenti personali a Pietro Marcello, Francesco Piccolo e Mario Tronco per i Premi David di Donatello assegnati ieri sera. Oggi è una bella giornata per Caserta: la Città festeggia con loro questo successo!”.