Casertalegge – Scrittori in città. Terzo appuntamento con la rassegna targata Giunti

Nella città che sfida la crisi dell'editoria a suon di  libri venduti e scrittori di talento.Lunedì 15 aprile ore 18,30 Enzo De Blasio incontra Pino Imperatore, autore di "Con tanto affetto ti ammazzerò" (DeAPlaneta). 

Pino Imperatore

La rassegna Casertalegge – Scrittori in città targata Giunti e curata da Giuseppe Bellone piace al pubblico casertano. Lo attestano i numeri di presenze e i consensi registrati già ai primi due appuntamenti nel salotto casertano della libreria Giunti al Punto di Piazza Matteotti, e l’attesa per l’incontro di lunedì prossimo, 15 aprile, con lo scrittore Pino Imperatore, autore di romanzi comici che hanno sfidato i grossi nomi dell’editoria nazionale ai vertici delle classifiche delle vendite.

Con il suo ultimo romanzo dal titolo “Con tanto affetto ti ammazzerò”, Pino Imperatore dialogherà con il pubblico di Caserta accompagnato dall’avvocato Enzo De Blasio.

Pino Imperatore, nato a Milano da genitori emigranti napoletani, oggi vive ad Aversa e lavora a Napoli. Nel 2001 ha ideato e fondato il Laboratorio di scrittura comica e umoristica «Achille Campanile»,
Dal 2005 è responsabile della sezione Scrittura Comica del Premio «Massimo Troisi».

Il suo romanzo Benvenuti in casa Esposito. Un nuovo anno tragicomico (Giunti 2012), ha scalato le classifiche grazie al passaparola e ha ottenuto riconoscimenti nei premi «Città di Latiano», «Umberto Domina» e «Giancarlo Siani». A questo libro si aggiungono Benvenuti in casa Esposito. Le avventure tragicomiche di una famiglia camorrista (Giunti 2012), De vulgari cazzimmaI mille volti della bastardaggine (Cento Autori 2014), Questa scuola non è un albergo (Giunti 2015), Capita solo a Napoli (Mondadori, 2014), Allah, san Gennaro e i tre kamikaze (Mondadori, 2017), Aglio, olio e assassino (Dea Palneta, 2018) e Con tanto affetto ti ammazzerò (Dea Planeta, 2019).

Il libro

La famiglia investigativa più divertente del giallo italiano.
Diceva Einstein che il valore di un uomo si dovrebbe misurare in base a quanto dà e non in base a quanto può ricevere. Ed Einstein nun era ‘nu fesso.

A Villa Roccaromana, una delle dimore marine più affascinanti di Posillipo, si festeggia il novantesimo compleanno della baronessa Elena De Flavis, la cui nobiltà d’animo è riconosciuta in tutta Napoli. L’ispettore Gianni Scapece, tra gli invitati insieme al commissario Carlo Improta, si gode la serata e la conoscenza di Naomi, incantevole nipote della padrona di casa. Tutto scorre con piacevolezza finché qualcuno decide di mettere in scena il finimondo: proprio quando un tenore attacca a cantare Nessun dorma, molti dei presenti iniziano a perdere i sensi, uno dopo l’altro. Nella gran confusione che segue, la baronessa scompare insieme al suo maggiordomo cingalese Kiribaba. In un susseguirsi di colpi di scena ed episodi esilaranti, Pino Imperatore ci conduce in una vicenda emblematica di ciò che può diventare la vita: una delizia, se trascorsa con chi amiamo e facendo del bene al prossimo, o un inferno, se ci lasciamo avvelenare dal denaro e dall’egoismo.

“E’ un piacere lavorare con l’amico libraio doc Gennaro Cadavere per la libreria Giunti al Punto,  riferimento prestigioso al centro di Caserta della storica casa editrice fiorentina nata nel 1841 e oggi capogruppo del terzo gruppo editoriale italiano – spiega Giuseppe Bellone, curatore della rassegna Casertalegge-Scrittori in città e direttore artistico del festival “Capua il luogo della Lingua”  –  Una sfida che punta al rialzo sul fronte della cultura e della qualità in una città che vanta esempi eccellenti da seguire. La rassegna Casertalegge – Scrittori in città, quindi, proporrà incontri con i protagonisti più prestigiosi del mondo letterario contemporaneo, con appuntamenti  che prima dell’estate si concluderanno con una grande festa del Libro e della lettura”.

Casertalegge – Scrittori in città

organizzazione Giuseppe Bellone
comunicazione Mariamichela Formisano
Libreria Giunti al Punto, piazza Matteotti (angolo via Patturelli) Caserta