Casertana, altro test-salvezza domani a Bisceglie. Solo due partite a termine del girone d’andata della Lega Pro

Ancora due gare per mettere definitivamente la parola fine al girone di andata della Casertana nel raggruppamento meridionale di Lega Pro. Prima la trasferta di Bisceglie e, mercoledì prossimo, la gara in calendario al “Menti” di Castellammare di Stabia.

Si comincia nel pomeriggio di domani (fischio d’inizio alle ore 15) con la partita in programma in Puglia: contrapposti gli stati d’animo con i quali le due formazioni arrivano a quello che si presenta come un vero e proprio “test-salvezza”. Bisceglie reduce dallo stop interno col Bari maturato nelle battute conclusive dell’incontro quando ormai il pareggio sembrava a portata di mano; Casertana che, invece, ha espugnato il “Torre” di Pagani facendo il paio di vittorie dopo il successo al “Pinto” col Catania.

Al tecnico rossoblù Guidi mancheranno ancora Bordin e Pacilli, alle prese con i rispettivi infortuni, oltre che Cavallini e Varesanovic. Prima convocazione, poi, per Rillo, esterno difensivo classe 2000 che è arrivato la scorsa settimana in prestito dal Benevento. Sono ventuno i convocati e non è da escludere qualche “variazione” rispetto all’undici di partenza proposto nell’incontro con la Paganese.

Intanto a “mercato di riparazione” aperto notevole l’interesse da parte di molte società di Lega Pro nei confronti dell’attaccante rossoblù Cuppone, arrivato lo scorso mese di settembre a titolo definitivo dal Pisa. Su di lui pare favorito il Catanzaro che avrebbe messo sul “piatto” una offerta con contratto biennale fino al 2023. E potrebbe essere un addio importante per la Casertana tenendo conto che Cuppone finora con sei reti messe a segno è il capocannoniere dei falchetti.