Casertana-Angri 1-2, black-out e rossoblu sconfitti con tante occasioni sprecate

glp-auto-700x150
mywell
previous arrow
next arrow

Sabatino: “Ora cercheremo di vincere i play-off poi la società farà valutazioni circa chi confermare o meno”

Otto minuti per buttare via una partita. Otto minuti che puniscono una Casertana che ha avuto il demerito di non averla chiusa nonostante le tante occasioni sprecate. Primo tempo che si chiude con i rossoblu in vantaggio grazie al gol di Bollino.

Angri volenteroso e grintoso, eppure sembrava non poter impensierire la squadra di mister Cangelosi. Questo fino al black-out ed in seguito ad una serie di ghiotte occasioni sprecate. Due svarioni e l’Angri ribalta il risultato portando a casa la vittoria.

lapagliara
lucabrancaccio
glp-auto-336x280
previous arrow
next arrow

Deluso. Amareggiato. Il tecnico Vincenzo Cangelosi entra in sala stampa e preannuncia: “Non fatemi domande”. L’allenatore poi sintetizza in poche parole chiare il suo pensiero: “Sono venuto in sala stampa per rispetto del lavoro dei giornalisti. Sono qui soltanto per chiedere scusa al presidente, alla società ed ai tifosi. Per il resto per me la partita si commenta da sola. E non c’è nulla da aggiungere“.

Un gol che sembrava aver indirizzato subito la partita. Poi il tracollo della ripresa. Bollino la commenta così: “C’abbiamo provato fino alla fine. Forse adesso siamo tornati ad un momento in dal punto di vista psicologico veniamo meno in certo momenti. Non abbiamo paura certo della pressione, non è certo questo. Sono anche delle stagioni che vanno in un certo modo.

Oggi l’Angri ha vinto facendo mezzo tiro a porta, mentre noi siamo arrivati diverse volte al tiro andando vicini al gol. Dobbiamo ripartire da martedì con l’obiettivo di chiudere al meglio la stagione. Eravamo partiti a luglio con l’obiettivo di vincere, non ci siamo riusciti con tanta amarezza. Questo è sicuro. Ora dobbiamo rialzarci anche al cospetto di questa sconfitta che lascia tutti amareggiati.

A me fa rabbia sentire certe parole nei nostri confronti e cerco di ripartire da questo. Dobbiamo fare di tutto per vincere questi play-off e dare modo alla società di presentare domanda di ripescaggio”.

Tanto di questa sconfitta è responsabilità mia perché il mio errore è stato decisivo in un momento delicato della partita. Avevamo subito il pareggio da poco e a livello mentale il loro vantaggio è stato un colpo troppo forte da assorbire. Nel primo tempo abbiamo fatto una buona prestazione passando meritatamente in vantaggio e andando vicini al raddoppio”, Sergio Sabatino così in sala stampa.

“Nella ripresa eravamo partiti bene ma non appena abbiamo preso l’1-1 si è spenta la luce. Poi è successo questo episodio che purtroppo ha visto protagonista me. Sicuramente è un momento delicato e difficile che non era capitato mai in questo girone di ritorno, ma all’andata. Dobbiamo ricompattarci per andare ad affrontare i play-off nel migliore dei modi, con la voglia e la determinazione che avevamo fino a qualche settimana fa”.

Il fatto che non abbiamo vinto il campionato è sicuramente un fallimento, considerando come eravamo partiti. Ma cosa dobbiamo fare? Andare via e mollare? Sfumato il primo posto, ora cercheremo di vincere i play-off poi la società farà valutazioni circa chi confermare o meno. C’è stato un momento della stagione che eravamo sotto terra. Molti si sono divertiti a dire tante cose contro di noi. Noi abbiamo subito e siamo stati bravi a venirne fuori. Ora ci ritroviamo nuovamente qui. E chiedo scusa. Ma a noi non resta che ripartire”.

CASERTANA-ANGRI 1-2

CASERTANA: Prisco, Sena, Sabatino, Soprano, Ferrari, Bollino, Matese (21′ st Tringali), Casoli, Taurino (13′ st Turchetta), Manzo (41′ st Guida), Paglino (13′ st Galletta). All.: Cangelosi

A disp.: Romano, Vacca, Liurni, Atteo, Cugnata

**ANGRI:**Esposito, Liguoro, Manzo, Varsi (38′ st Cassata), De Rosa (5′ st Umile), Barone, Della Corte, Langella (47′ st Vitiello), Fiore, Fabiano, Sall. All. Sanchez

A disp.: Bellarosa, Cascone, Acosta, Visconti, Acunzo, Costabile

Arbitro: Palumbo di Bari (De Palma di Molfetta e Cantatore di Molfetta)

Reti: 12′ pt Bollino, 12′ st Barone, 20′ st Fiore

Ammoniti: Acunzo, Fiore