Casertana tutto fiato e cuore: ottimo pareggio con la Ternana

Dekic
Vladan Dekic, Foto di Giuseppe Scialla

Rocambolesco 3-3 tra Casertana e Ternana sul “neutro” di Avellino. Decisamente meglio la formazione rossoblù nella prima frazione di gioco chiusa sul doppio vantaggio. Nella ripresa alla compagine umbra bastano cinque minuti per impattare ed a poco dalla fine mettono a segno anche la rete che ribalta completamente il risultato. Ma i falchetti non ci stanno e giusto al 90’ rimettono in equilibrio le sorti dell’incontro.

Primo tempo di chiara marca rossoblù con la compagine rossoverde che stenta a trovare le giuste misure sia per impensierire i falchetti che per contenere le sfuriate della Casertana. Poco prima della mezz’ora la prima vera e propria occasione da rete per la compagine di Guidi con Cuppone che chiama al difficile intervento l’estremo difensore avversario. Passano tre minuti ed al 30’ la Casertana sblocca il risultato. Ancora Iannarilli è bravissimo a ribattere una conclusione di Fedato, ma sulla ribattuta il portiere umbro è costretto al fallo da rigore su Cuppone. Dal dischetto degli undici metri Fedato non fallisce il bersaglio grosso. Ternana-groggy e chiaramente in difficoltà che subisce il raddoppio al 37’: la conclusione vincente è di Matarese direttamente su calcio piazzato. Prima frazione di gioco che si chiude, quindi, sul doppio vantaggio della Casertana.

Nella ripresa la Ternana torna in campo letteralmente trasformata, anche se ci vuole un mezzo errore di Dekic su conclusione dalla distanza di Falletti per accorciare le distanze (48’). Subisce troppo la Casertana ed incassa il pareggio umbro dopo appena 2’ di gioco. A siglarlo è Peralta che approfitta di una indecisione dell’intera retroguardia rossoblù. La partita resta vivace con le due squadre che provano a ribattere colpo su colpo alla ricerca della stoccata vincente. Guidi prova ad irrobustire il centrocampo con l’inserimento di Bordin per Icardi; Lucarelli cambia mezza Ternana nell’obiettivo di completare la rimonta ai danni dei falchetti. Migliore la mossa del tecnico di origine livornese: dalla panchina “pesca” Furlan che all’84’ direttamente su punizione mette a segno la terza rete rossoverde. Ma la Casertana è dura a morire ed al 90’ sigla con Cuppone la rete del definitivo 3-3 con un preciso colpo di testa.

CASERTANA – TERNANA 3-3

Casertana (4-3-3): Dekic; Hadziosmanovic, Konate, Carillo, Setola; Izzillo, Santoro (Petito 89′), Icardi (Bordin 55′); Matarese, Cuppone, Fedato. A disp. Zivkovic, Avella, Buschiazzo, Petruccelli, De Sarlo, Ciriello, Matese, Valeau, Varesanovic, De Lucia. All. Guidi

Ternana (4-2-3-1): Iannarilli; Laverone, Boben, Diakitè (Russo 68′), Mammarella (Frascatore 66′); Kontek (Proietti 60′), Palumbo; Peralta (Partipilo 66′), Falletti, Torromino (Furlan 60′); Vantaggiato. A disp. Vitali, Damian, Ferrante, Suagher, Paghera, Raicevic, Salzano. All. Lucarelli

Arbitro: D’Ascanio di Ancona

Reti: Fedato (C) 30′ su rigore, Matarese (C) 37′, Falletti (T) 48′, Peralta (T) 50′, Furlan (T) 84′, Cuppone (C) 90′

Ammoniti: Izzillo (C); Boben, Kontek, Diakitè, Proietti, Falletti (T)