Casertana già in partenza per Palermo. Obiettivo: continuità di risultati

Icardi, foto Giuseppe Scialla
Icardi, foto Giuseppe Scialla

Casertana in partenza già nella giornata di oggi per la lunga trasferta palermitana. Il gruppo rossoblù farà tappa prima in Calabria (Lamezia Terme la base dove si svolgerà domani la rifinitura) per poi raggiungere il capoluogo siciliano in vista dell’incontro in calendario domenica (fischio d’inizio alle 14,30) contro la compagine rosanero.

Obiettivo di fondo quello di dare continuità di risultati dopo il bello (e confortante) successo nel posticipo di lunedì col Monopoli. “A caccia di continuità anche di prestazioni – sottolinea il tecnico Guidi nel corso della conferenza-stampa di questo pomeriggio – Non giochiamo su un campo facile, ma contro una squadra costruita per un campionato di vertice. Palermo che ha dei grandi valori anche se ha alternato, come tutte, risultati positivi ad altri meno. E questo è probabilmente un aspetto dovuto anche all’emergenza Covid che ha interessato l’organico siciliano”.

Attenzione particolare anche riservata al contesto disciplinare che nelle ultime settimane sta condizionando molto la formazione rossoblù. “Bisogna riuscire a mantenere la lucidità fino al termine della partita. Una ingenuità del genere come quella di Konate poteva condizionare il risultato della gara col Monopoli. Rischiamo solo di precludere risultati positivi e delle prestazioni” continua l’allenatore dei falchetti.

Per la trasferta siciliana la Casertana dovrà fare a meno di Konate e Icardi, appiedati dal Giudice sportivo dopo le espulsioni rimediate col Monopoli, ma out pure Cavallini (problema alla caviglia), Petruccelli (muscolare) e Zivkovic (febbre), ma due assenze pesanti anche nel Palermo che sarà senza Almici e Saraniti. “La formazione per il momento è in alto mare e dobbiamo valutare ogni singolo ragazzo, dato che c’è qualche elemento febbricitante. Sarà necessario vedere domani od addirittura il giorno stesso della partita per comprendere chi potrà essere utile alla causa”.