Una Casertana opaca, cede di schianto a Viterbo

Una Casertana opaca, cede di schianto a Viterbo
Foto Giuseppe Scialla

Una Casertana opaca, ma penalizzata anche dall’inferiorità numerica, crolla a Viterbo e colleziona la seconda sconfitta consecutiva. Formazione rossoblù che almeno nella prima frazione di gioco è rimasta in partita, nonostante la Viterbese può recriminare per una traversa colpita da Murilo e un calcio di rigore fallito da Tounkara, ma che nella ripresa è crollata di schianto sotto i colpi della Viterbese che con questa vittoria scala ulteriormente la classifica mantenendo vive le speranze per agganciare un posto nei playoff.

Post season che a questo punto rischia di complicarsi per la Casertana, otto gol subiti nelle ultime due gare, attesa mercoledì dal recupero di Monopoli con la formazione pugliese pronta ad operare il sorpasso. L’incontro lo decidono le reti di Mbende e Murilo nel primo tempo, mentre nella ripresa prima Simonelli, poi Tounkara e infine Tassi assestano il colpo del ko ai falchetti. A poco sono serviti le reti di Pacilli, una prodezza dalla lunga distanza, e Matos per tenere a galla la formazione di Guidi.

Nella partita più attesa dell’anno, alla luce di quanto accadde nella gara di andata con la Casertana costretta a giocare in nove uomini causa Covid, e per lo strascico di polemiche che si portò dietro. Da allora, da quel famoso 20 dicembre dello scorso anno, la situazione, soprattutto di classifica, è cambiata e non poco. Sorride ai falchetti di Federico Guidi, sicuramente poco brillanti nelle ultime uscite, che hanno la possibilità di consolidare un posto nei playoff. Post season che insegue anche la formazione laziale, del neo tecnico Agenore Maurizi che ha sostituito Taurino, che sa di giocarsi proprio contro i falchetti, davanti alle telecamere di RaiSport, le residue chance di agguantare l’ultima piazza utile per i play off.

Viterbese del nuovo corso quindi che non dovrebbe essere troppo diversa da quella vista fino alla settimana scorsa: Daga tra i pali, difesa a quattro composta da Baschirotto, Mbende, Camilleri e Urso, a metà campo agiranno Palermo, Salandria e Adopoin avanti invece nel tridente Simonelli affianca i confermati Tounkara e Murilo. In casa Casertana, dopo la sconfitta casalinga contro il Palermo, Federico Guidi che si vede costretto a fare a meno di Cuppone squalificato, ritrova tra i convocati Bordin, assente dalla gara di Palermo, schiera i falchetti a specchio rispetto agli avversari: Avella tra i pali, davanti a lui agiscono Hadziosmanovic, Buschiazzo che ritrova una maglia da titolare, Carillo e Del Grosso, nella linea mediana rientra Santoro, che avrà ai lati Icardi e Matese, in avanti Rosso, Pacilli, ex dell’incontro, e Matos ad agire da punta centrale.

Al primo affondo la Viterbese passa in vantaggio: 2’ fallo di Carillo su Tounkara sull’out destro e punizione per la formazione di Maurizi, alla battuta va Salandria che finta il cross al centro e serve Adopo il cui traversone trova a centro area Mbende che di testa non sbaglia la conclusione e batte Avella.  Al 5’ ancora padroni di casa pericolosi con Tounkara che ruba palla a Del Grosso e si crea lo spazio per andare al tiro, ma Avella è bravo a chiudere sul primo palo. Casertana in balia degli avversari che all’8’ sfiorano clamorosamente la rete del raddoppio: Murilo servito da Simonelli, si libera in area e lascia partire una conclusione che termina la sua corsa stampandosi sulla traversa ad Avella battuto. Al 9’, al primo affondo la Casertana trova il pari: conclusione violentissima di Pacilli, dalla lunga distanza, e sfera che si insacca nell’angolo alto della porta difesa da Daga.

Partita che con il passare dei minuti perde d’intensità, con la due squadra che con attenzione cercano di non lasciare spazio agli avversari. Al 24’ ancora Pacilli pericoloso con una conclusione da buona posizione, che solo la deviazione provvidenziale di Camilleri, evita guai peggiori. Al 42’ la Viterbese ha la grossa chance di riportarsi in vantaggio: Tounkara al limite del fallo ruba palla a Del Grosso e serve Murilo, che affrontato da Buschiazzo, si lascia cadere in area non appena sente il tocco del difensore rossoblù. Per il direttore di gara non ci sono dubbi e concede il rigore ai padroni di casa che Tounkara si lascia respingere da Avella. Vantaggio dei padroni di casa che è solo rinviato di qualche minuto: 46’, angolo per la Viterbese battuto da Salandria e Murilo è bravissimo ad anticipare tutti e di testa battere Avella. Al 48’ la Casertana resta in dieci: Del Grosso prima si vede sventolare il cartellino giallo sotto il naso per un fallo su Murilo, poi non riesce a trattenere la sua reazione e complice un applauso nei confronti del direttore di gara, si becca anche il secondo cartellino che lo vede costretto a lasciare il campo in anticipo. È l’ultima emozione del primo tempo, con la Casertana che va a riposo sotto di un gol e di un uomo, e con una ripresa che vedrà Guidi dover riordinare le idee per risalire la china.

Ad inizio ripresa Guidi, rinuncia ad un attaccante, Rosso, per far entrare Rillo sulla corsia mancina. Al 55’ la Casertana trova la rete del pari: punizione di Pacilli, assist di testa di Carillo per Matos che è bravo a trovare il tempo e lo spazio nell’area piccola e con un tocco ravvicinato anticipa Daga e regala il pari ai suoi. Al 64’ la formazione padrone di casa si riporta in vantaggio: azione nello stretto iniziata da Tounkara proseguita da Urso e conclusa da Simonelli che non ha difficoltà a depositare la sfera in rete. Al 65’ Guidi prova a mischiare le carte e getta nella mischia Turchetta e soprattutto Castaldo e Izzillo che mancavano in campo da lungo tempo. Al 68’ la Viterbese cala il poker: azione di Tassi che brucia sullo scatto Buschiazzo e assist per Tounkara che anticipa Carillo e da due passi batte Avella. Inerzia della gara che a questo punto è tutta dalla parte della Viterbese con la Casertana che non sembra mai in grado di impensierire Daga e riaprire la partita.  All’88’ ancora Murilo pericoloso con una conclusione di destro che trova l’opposizione di Buschiazzo e finisce in angolo. Sul conseguente corner è Tassi di testa a sfiorare il quinto gol, ma fortunatamente la sua conclusione termina sul fondo.  Quinto gol che arriva, e che rende il passivo pesantissimo, al 90’ grazie a Tassi che controlla palla in area e supera Avella in uscita.

VITERBESE (4-3-3): Daga; Baschirotto, Mbende, Camilleri (87’ Bianchi), Urso; Palermo (23’ Ammari – 87’ Bezziccheri), Salandria, Adopo (65’ Tassi); Simonelli (65’ Besea), Tounkara, Murilo. A disp. Bisogno, De Santis, Falbo, Rossi, Zanon, Menghi, Porru. All. Maurizi

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic, Buschiazzo, Carillo, Del Grosso; Icardi (65’ Turchetta), Santoro, Matese (80’ Longo); Rosso (46’ Rillo), Matos (65’ Castaldo), Pacilli (65’ Izzillo). A disp. Dekic, Zivkovic, Ciriello, De Vivo, Varesanovic, Bordin, Polito. All. Guidi

Arbitro: Adalberto Fiero di Pistoia

Assistenti: Lucia Abruzzese di Foggia e Santino Spina di Palermo

Quarto Ufficiale: Fabio Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto

Reti: 3’ Mbende (VT), 9’ Pacilli (CE), 46’ Murilo (CE), 55’ Matos (CE), 64’ Simonelli (VT), 68’ Tounkara (VT), 90’ Tassi (VT)

Ammoniti: 31’ Rosso (CE), 37’ Camilleri (VT), 47’ Del Grosso (CE), 47’ Murilo (VT), 90’ Tassi (VT)

Espulsi: 48’ Del Grosso (CE) doppia ammonizione

 Recupero: 1T 2’; 2T 4′