Casertana, il Pinto resta tabù

Casertana - Potenza
Credit Photo Giuseppe Scialla

Terzo pareggio consecutivo per la formazione rossoblù che tra le mura amiche non vince dal derby contro l’Avellino. Nel finale espulso Zito

Termina senza né vincitori e né vinti la gara tra Casertana e Potenza, recupero della prima giornata del girone di ritorno, non disputata il 22 dicembre scorso. Falchetti pericolosi a tratti in una gara dove entrambe le squadre non hanno creato grosse occasioni e con un gioco spezzato per lunghi tratti. Alla fine ha rischiato di vincerla il Potenza, clamorosa la traversa di Ferri Marini all’82’. Casertana attesa dalla trasferta di Rieti, nella quale blindare la salvezza è la priorità.

Per quanto riguarda le formazioni, fra le fila rossoblù l’unica modifica rispetto all’undici visto in campo con la Virtus Francavilla, è la presenza dal primo minuto di Paparusso sulla corsia sinistra del rettangolo di gioco in luogo di Varesanovic. In casa Potenza, invece, rispetto alla trasferta in terra etnea, mister Raffaele ne cambia quattro: in difesa Emerson sostituisce l’indisponibile Silvestri, a centrocampo rifiatano Dettori e Viteritti concedendo spazio a Ricci e D’Angelo, mentre in attacco si rivede Franca, brasiliano classe 1980.

Primo tempo – Primo tempo che si apre con una lunga fase di studio: il Potenza prova a prendere in mano il pallino del gioco, la Casertana che attende per poi ripartire in contropiede. Proprio da una situazione di ripartenza i falchetti riescono ad affacciarsi dalle parti di Ioime. Al 15′ Zito serve Castaldo che combina con Starita, proprio questi salta il diretto marcatore e calcia forte verso la porta lucana, ma la sfera termina alta sopra la traversa. Lo scampato pericolo accende i lucani che al 26′ usufruiscono di un calcio di punizione dal versante sinistro del loro attacco, per fallo di Longo su Coccia. Sullo spiovente il più lesto di tutti è Ferri Marini che prova a girare verso la porta difesa da Cerofolini, ma Rainone si oppone e ferma tutto.

Al 34′ la risposta della Casertana: Paparusso crossa al centro per Castaldo, l’ex Avellino gioca di sponda per Longo la cui conclusione è deviata in angolo da un difensore avversario. Sul finire della prima frazione i padroni di casa sfiorano il vantaggio: al 45′ Longo dalla corsia di destra serve D’Angelo che dal fondo crossa al centro; sulla sfera si fionda Starita in tuffo, ma manca il bersaglio di un nulla a Ioime battuto. E’ l’ultima occasione dei primi quarantacinque minuti, durante i quali a farla da padrone è stato l’equilibrio.

Secondo tempo – Senza cambi i due allenatori schierano le formazioni in campo per l’avvio di ripresa. Al 48′ doppia sostituzione per i falchetti: Ciriello è costretto alla sostituzione per infortunio, al suo posto Caldore, mentre Paparusso è sostituito da Origlia. Buon avvio di ripresa di Castaldo e compagni che un minuto più tardi si rendono pericolosi. Starita (49′), recupera palla a centrocampo e scappa verso la porta lucana, poi anziché servire Zito meglio posizionato si mette in proprio e calcia verso la porta, ma la sua conclusione si spegne sul fondo.

Potenza vicini al vantaggio all’83′: conclusione di Murano respinta non in modo impeccabile da Cerofolini, sulla sfera si avventa Ferri Marini che da due passi prova ad anticipare Silva, ma la sua conclusione si stampa sulla traversa, prima che la retroguardia rossoblu sventi il pericolo mettendo la sfera in calcio d’angolo. al 92′ è Iuliano a far venire i brividi ai falchetti, con una conclusione dal limite dell’area che lambisce il palo e si perde di un soffio alla destra di Cerofolini. Al 94′ la Casertana resta in dieci: fallo di Zito ai danni di Murano e il direttore di gara non esita nel mostrare il cartellino rosso ai danni del centrocampista rossoblù.

CASERTANA – POTENZA 0-0

Casertana: Cerofolini; Ciriello (Origlia 48′), Silva, Rainone; L. Longo (Adamo 62′), A. D’Angelo, Santoro (Varesanovic 72′), Zito, Paparusso (Caldore 48′); Starita, Castaldo. A disp. Crispino, Zivkovic, Cavallini, Zivkov, Matese, Clemente, Lezzi, Floro Flores. All. Ginestra

Potenza: Ioime; Sales, Emerson, Giosa; Coccia, S. D’Angelo (Viteritti 74′), Coppola, Ricci (Dettori 88′); Ferri Marini (Volpe 88′), Franca (Murano 63′), Isgrò (Iuliano 62′). A disp. Breza, Brescia, Panico, Grande, Gassama, Di Somma, S. Longo. All. Raffaele

Arbitro: Cudini di Fermo

Ammoniti: Longo (C), Sales, S. D’Angelo (P)

Espulso: Zito (C) 94′