Casertana reazione rabbiosa: violata Pagani

PAGANESE – CASERTANA
(Foto Giuseppe Scialla)

Una reazione rabbiosa, nella ripresa, basta alla Casertana per violare il “Marcello Torre” di Pagani e aggiudicarsi lo scontro diretto contro la Paganese. Sotto di una rete alla fine del primo tempo, gol di Diop per i padroni di casa su calcio di rigore, nella ripresa i falchetti prima con Castaldo e poi con Cuppone e Icardi ribaltano la gara e gli consentono di portare a casa tre punti fondamentali nella corsa salvezza. Dopo il Catania, dunque anche la Paganese si arrende alla squadra di Guidi che mercoledì è attesa a Bisceglie per il primo dei due recuperi di campionato.

Autentico scontro diretto al “Marcello Torre” di Pagani, tra la squadra di Raffaele Di Napoli all’esordio sulla panchina azzurro-stellata dopo essere subentrato a Erra, e quella di Federico Guidi, reduce dall’importantissima vittoria di domenica scorsa contro il Catania.

Paganese che rispetto a sette giorni fa nella sconfitta di Potenza, apporta un solo cambio in formazione con Benedetti che prende il posto di Bonavolontà, mentre in avanti confermata la coppia Diop e Mendicino. Dall’altra parte invece Guidi manda in campo Matese al posto di Iardi nella linea mediana del campo che a sua volta si sposta nel tridente offensivo completato da Turchetta e Cuppone. Solo panchina per il rientrante Castaldo.

Posta in palio altissima dunque, e squadre che, almeno nella prima fase della gara, si studiano e cercano di non lasciare spazi alla formazione avversaria. Al 6’ però la Paganese passa in vantaggio: fallo di Matese su Diop in area di rigore e per il direttore di gara, appostato a due passi senza alcuna esitazione indica il dischetto del rigore. Alla battuta va lo stesso Diop la cui conclusione viene toccata da Avella che non riesce a deviare la sfera. La risposta della formazione rossoblù, colpita dalla rete del vantaggio dei padroni di casa, arriva al 18’ con Turchetta che si inserisce dalla sinistra, ma la sua conclusione è deviata in angolo dal ripiegamento difensivo di Cicagna.

Al 20’ è Hadziosmanovic a provare la conclusione sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Santoro, ma il suo tiro si perde a lato. Casertana che prova a fare la partita, anche se le condizioni del terreno di gioco, pesanti a causa della pioggia, non aiutano la squadra di Guidi, mentre la Paganese cerca di difendersi con ordine, non disdegnando la puntata offensiva.  In una di queste, al 34’ è Mendicino, bravo ad impattare di testa un cross proveniente dalla destra, ma la sua conclusione termina di un nulla fuori.   Al 40’ è la Casertana a crearsi la clamorosa palla gol per trovare il pareggio: conclusione di Hadziosmanovic che Campani non trattiene prima che Mattia proprio sulla linea di porta anticipa Cuppone.

Sul ribaltamento di fronte, al 41’ è Mendicino a rubare il tempo a Konatè ma la sua conclusione si perde di poco a lato. Al 45’ ancora Paganese pericolosa: palla persa in uscita dalla formazione rossoblù e Diop dal limite dell’area prova a sorprendere Avella ma la sua conclusione si perde a lato. È l’ultima occasione del primo tempo con il direttore di gara che dopo un minuto di recupero manda le due squadre negli spogliatoi.

Senza cambi le formazioni che iniziano la ripresa delle ostilità, anche se al 53’ Guidi, consapevole della necessità di aumentare il peso offensivo, si gioca la carta Castaldo, tirando fuori dal campo Matese.  Al 55’ è Icardi a provare la conclusione dalla media distanza, ma il suo tiro si perde a lato, senza impensierire Campani. Al 57’ la Casertana trova il pari: punizione di Santoro toccata corta per Del Grosso il cui cross dalla sinistra trova l’uscita a vuoto di Campani con Castaldo che è il più lesto di testa a depositare la sfera in rete.  Al 65’ è Cuppone a provare il diagonale dal limite ma la sua conclusione, deviata, si perde a lato.

Al 69’ è Icardi a chiamare Campani alla parate: conclusione velenosa da dentro l’area e il portiere azzurro stellato, non fidandosi del terreno viscido manda in angolo. Sul conseguente corner battuto da Santoro (70’), è lesto Cuppone ad approfittare della sponda di Carillo e battere Campani da sotto misura. Sorpasso Casertana, che al 72’ trova la rete del 3-1: Icardi ruba palla a metà campo, e trovato il varco giusto lascia partire una conclusione che sorprende Campani e termina la sua corsa nella angolo alla sinistra del portiere. Al 91’ è Cesaretti a cercare di sorprendere Avella con un colpo di testa su cross dalla sinistra, ma il portiere rossoblù è attento e blocca la sfera. È l’ultimo sussulto della gara: dopo cinque minuti di recupero il direttore di gara mette fine all’incontro. Alla Casertana tre punti fondamentali, conquistati grazie ad una ripresa dove ha capitalizzato al meglio le occasioni prodotte, alla Paganese l’amarezza di una sconfitta che pesa enormemente in chiave classifica.

PAGANESE – CASERTANA 1 – 3

PAGANESE (3-5-2): Campani; Mattia (75’ Scarpa), Schiavino, Cigagna; Carotenuto, Gaeta, Benedetti (75’ Bonavolontà), Onescu, Squillace; Diop (83’ Isufaj), Mendicino (67’ Cesaretti). A disp. Bovenzi, fasan, Esposito, Sbampato, Perazzolo, Sirignano, Curci, Costagliola. All. Di Napoli

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic (84’ Polito), Konatè, Carillo, Del Grosso; Izzillo, Santoro, Matese (53’ Castaldo); Icardi, Cuppone (83’ Fedato), Turchetta (79’ Buschiazzo). A disp. Dekic, Zivkovic, Petruccelli, Setola, Valeau. All. Guidi

Arbitro: Stefano Nicolini di Brescia

Assistenti: Andrea Cravotta di Città di Castello e Stefano Camilli di Foligno

Quarto Ufficiale: Enrico Gigliotti di Cosenza

Reti: 6’ Diop (PAG) rig., 57’ Castaldo (CE), 70’ Cuppone (CE), 72’ Icardi (CE)

Ammoniti: 5’ Matese (CE), 14’ Icardi (CE), 37’ Del Grosso (CE), 56’ Schiavino (PAG),

Recupero: 1T 1′; 2T 5′