Casertana a Rieti per conquistare i tre punti: probabile esordio tra i titolari per due nuovi acquisti

glp-auto-700x150
GIORDANI
mywell
previous arrow
next arrow

Caserta – Grande attesa tra i tifosi rossoblu per assistere alla prima trasferta di campionato della Casertana di mister Fontana. Il calendario, teoricamente benevolo, delle prime giornate, pone davanti ai falchetti nella seconda gara il Rieti, di ritorno in serie C dopo oltre dieci anni di assenza. Calcio d’inizio alle 20.30 al “Manlio Scopigno” in un’atmosfera surreale: la gara infatti si disputerà a porte chiuse a causa dei lavori in corso nello stadio: nessuno dei supporter rossoblu potrà quindi vedere all’opera i propri beniamini dal vivo (diretta streaming su Elevensports.it al costo di 3,90 euro per i non abbonati).

Nell’esordio vincente contro la Cavese la Casertana, per stessa ammissione del tecnico, ha sofferto il carico di tensione nel primo tempo, ma dopo essere andata in svantaggio ha saputo reagire chiudendo la gara con le reti di Lorenzini, Pasqualoni e Castaldo. Ora Fontana si aspetta che la squadra gestisca meglio la partita e corra meno rischi contro un avversario che può sfoderare le stesse armi messe in campo dalla Cavese: freschezza atletica, velocità sugli esterni e ripartenze, oltre alla voglia di far bene e di riscattare la sconfitta all’esordio.

lucabrancaccio
glp-auto-336x280
previous arrow
next arrow

Il portoghese Ricardo Chéu, allenatore dei sabini, sembra intenzionato a confermare il modulo 4-3-3 con cui ha esordito a Matera (2-0 per i lucani). In attacco dovrebbero esserci Cericola e Vasileiou in appoggio a Todorov.

Si preannunciano diverse novità nella Casertana, che recupera Vacca e Zito. Il centrocampista ex Parma dovrebbe partire come playmaker nel 3-5-2 al posto di uno tra Santoro e Romano. Antonio Zito invece sarà il padrone della fascia sinistra. Fontana ha lasciato intendere in settimana che Floro Flores non è ancora al top della condizione ed è quindi ipotizzabile per lui un consistente spezzone di partita ma non la partenza tra i titolari. Sicuro del posto nel tandem offensivo Gigi Castaldo, al suo fianco Alfageme sembra partire in leggero vantaggio rispetto a Padovan. In difesa dovrebbe essere riproposto il trio Pinna-Lorenzini-Blondett.

A dirigere l’incontro Alberto Santoro di Messina: per lui un precedente con i rossoblù l’anno scorso, quando la Casertana perse in casa 0-1 contro il Bisceglie, prossimo avversario (ancora in trasferta) nel terzo turno di campionato.

In una giornata così importante c’è però anche una notizia triste per la piazza rossoblu. Questa mattina è infatti scomparso dopo una malattia Luigi Zito, per tutti “Gigino”, segretario della Casertana per molti anni nel periodo forse più buio della società. Nonostante le gestioni sciagurate e i risultati non esaltanti Zito ha sempre lavorato con serietà ed umiltà, dimostrando attaccamento ai colori e disponibilità verso tutti. Lo piange anche il mondo della scuola casertana, dato che per anni è stato dipendente del Provveditorato. Domenica mattina nella chiesa del Buon pastore l’ultimo saluto all’ex segretario rossoblu.