Casertana in trasferta a Matera per continuare la rincorsa alle prime. Anche i lucani hanno l’obbligo di vincere

Foto Giuseppe Melone, Casertanafc.it

Caserta – Ripartire dalla prestazione offerta nel secondo tempo contro il Catania e gestire la partita senza essere costretti a rincorrere. Sono questi gli obiettivi della Casertana di mister Fontana, che dopo aver osservato in settimana il suo turno di riposo scende in campo sabato pomeriggio alle 18.30 al XXI settembre-Franco Salerno per affrontare un Matera che è solo un lontano parente delle compagini che negli anni scorsi hanno occupato le prime posizioni della classifica.

I lucani di mister Imbimbo non se la passano bene sia dal punto di vista societario che da quello strettamente calcistico: in sei partite hanno ottenuto solo 3 punti, vincendo all’esordio contro il Rieti e poi perdendo 5 gare consecutive contro Sicula Leonzio, Vibonese, Bisceglie, Virtus Francavilla e Cavese. I biancazzurri sono costretti a vincere e in caso di ennesimo ko la società potrebbe decidere di cambiare rotta, a partire dall’allenatore.

L’obbligo di vincere c’è però anche per i falchetti, che nel turno di riposo infrasettimanale hanno subito l’aggancio a quota 10 di Catania (che però ha due partite in meno) e Vibonese (una in più) ed hanno visto allontanarsi la coppia di testa composta al momento da Trapani e Juve Stabia, rispettivamente a 16 punti (in 7 partite) e 15 (in 5 partite). I rossoblu, che finora non hanno mai chiuso il primo tempo in vantaggio ed hanno sempre subito e fatto gol, stanno migliorando a livello atletico e vogliono i 3 punti per non perdere terreno rispetto alle prime e proseguire la striscia positiva di due vittorie (contro Catanzaro e Francavilla) e un pareggio allo scadere contro il Catania.

I due allenatori dovrebbero scegliere sistemi di gioco piuttosto simili: 3-5-2 per i lucani con i tre difensori che saranno Risaliti, Stendardo e Corso. Galdean avrà in mano le chiavi del centrocampo con Sepe a sinistra e Triarico a destra candidati principali a ricoprire il ruolo di esterni. In attacco ci potrebbero essere due ex rossoblu: probabile la partenza da titolare di Gaston Corado, a Caserta due stagioni fa, che sarà affiancato da uno tra Orlando e Scaringella.

Fontana dovrebbe invece optare ancora una volta per la difesa a tre con Pinna, Lorenzini e Blondett. In mediana Zito e De Marco esterni con D’Angelo e Vacca centrali e Cigliano, autore di un grande secondo tempo con il Catania, favorito per il ruolo di trequartista (seppur atipico) alle spalle di Castaldo e Floro Flores.

Loading...