Casertana, tre punti ammantati di bianco

Casertana, tre punti ammantati di bianco
Foto di Giuseppe Scialla

Un gol di Cuppone in apertura di secondo tempo e uno di Turchetta, regalano tre punti alla Casertana contro un Teramo che ha giocato a viso aperto, finendo la gara in nove uomini a causa delle espulsioni di Vitturini, nella prima frazione di gioco, e di Piacentini nel finale di gara.

Gara che i falchetti hanno interpretato nel migliore dei modi, anche quando sul Pinto una coltre di neve ha imbiancato il terreno di gioco rendendo il secondo tempo di difficile interpretazione, rendendo difficile le scommesse calcio sull’esito della partita. Vince la Casertana dunque, anche se il Teramo non demerita affatto con la squadra di Paci che paga a caro prezzo l’errore di Costa Ferreira che ha aperto le marcature per i colori rossoblù. Messa in archivio la pesante sconfitta di lunedì scorso contro la capolista Ternana, la Casertana di Federico Guidi cerca al Pinto, contro il Teramo, punti playoff e un successo che manca contro i terami dalla stagione 1996/1997. Squadra di Paci in serie positiva ma che quest’oggi al Pinto costretto a rinunciare ad uno dei suoi gioielli, Mungo, fermato da un problema al ginocchio nel corso della gara contro il Foggia.

Assenza pesante per Paci, come pesante è l’assenza di Castaldo per Guidi, con l’attaccante ex Avellino ancora non perfettamente ristabilito dall’infortunio che ormai lo tiene fuori da qualche partita. Scelte dunque obbligate per Guidi che ritorna a schierare Hadziosmanovic sulla corsia di destra, con Konatè, Carillo e Del Grosso a completare la linea difensiva; a metà campo confermatissimo Santoro, saranno Icardi e Izzillo a completare il reparto, in avanti Cuppone, Turchetta e Rosso. In casa Teramo invece, Paci si affida a Trasciani e Piacentini al centro della difesa, mentre in avanti Pinzauti, Bombagi e Costa Ferreira rappresentano le scelte del tecnico biancorosso.

Il primo squillo della gara è di marca rossoblù: 4’ Cuppone, lanciato da Rosso, si presenta da solo davanti a Lewandowski che è bravissimo a tenere la posizione e respingere la conclusione dell’attaccante casertano che sbaglia di fatto una ghiottissima occasione. La risposta del Teramo, che da qualche minuto ha iniziato a spostare il suo baricentro in avanti, è affidata ad una conclusione di Bombagi all’ 11’ che fa la barba al palo e termina la sua corsa fuori. Al 24’ Teramo di nuovo pericoloso: azione in proiezione offensiva di Trasciani, dai e vai con Bombagi, e difensore ospite che riesce a prendere il tempo a Carillo, ma la sua conclusione termina di poco sopra la traversa con Avella che sembrava fuori causa. Al 26’ è Bombagi, su calcio di punizione dal limite a provare a sorprendere Avella, ma la sua conclusione, seppur forte, termina alta.

Al 32’ la Casertana torna a farsi vedere con una certa pericolosità dalle parti di Lewandowski con un diagonale di Rosso che termina a lato alla destra del portiere ospite. Al 36’ è Avella a doversi superare in uscita, per anticipare Pinzauti pronto al tocco ravvicinato. Al 38’ la Casertana si costruisce un’altra chiara occasione da rete: Izzillo pesca Icardi al limite dell’area, ma la conclusione del centrocampista rossoblù, deviata, termina alta sopra la traversa. Al 41’ il Teramo resta in dieci: fallo di Vitturini su Izzillo e secondo giallo per l’esterno ospite che è costretto ad abbandonare anzitempo la gara.

Al 45’ è ancora una volta Cuppone a divorarsi la rete del vantaggio per la Casertana: cross dalla destra di Hadziosmanovic e l’attaccante rossoblù, lasciato clamorosamente solo, di testa da buona posizione mette a lato.  È l’ultima occasione del primo tempo, con il direttore di gara che dopo un minuto di recupero manda le due squadre negli spogliatoi. Primo tempo giocato a viso aperto da entrambe le squadre, con la Casertana che ha qualcosa in più da recriminare per le occasioni fallite da Cuppone, ad inizio frazione di gioco e allo scadere.

Seconda frazione di gioco che si apre senza cambi, con Paci che continua a tenere sulla linea dei difensori Costa Ferreira, ed è proprio l’esterno portoghese che al 48’ commette l’errore che consente a Cuppone di portare in vantaggio la formazione rossoblù: retropassaggio errato per Lewandowski e l’ex Monopoli è il più lesto ad anticipare il portiere e deposita la sfera in rete. La risposta del Teramo, al 62’ è affidata ad una punizione di Bombagi, destinata sotto alla traversa, su cui Avella si supera e devia in angolo. Al 74’ è provvidenziale Del Grosso, con una deviazione da sotto misura, a fermare una conclusione in diagonale di Birligea da buona posizione.

All’83’ è Izzillo a sfiorare il raddoppio per la formazione rossoblù: violenta conclusione di sinistro e palla che si stampa sul palo a Lewandowski battuto. All’84’ il Teramo resta in nove uomini: fallo di Piacentini ai danni di Matese e cartellino rosso che il direttore di gara sventola sotto il naso del difensore ospite. Animi che si surriscaldano e a farne le spese è anche Guidi, reo di aver protestato veemente nei confronti del direttore di gara. Al 90’ la Casertana rischia grosso: fallo ingenuo di Konatè su Birligea, proprio al limite dell’area di rigore e punizione che, battuta da Arrigoni, fortunatamente non produce nessun pericolo per la porta di Avella.  Al 94’ la chiude Turchetta, che con una conclusione dalla media distanza batte Lewandowski e chiude di fatto la gara.

CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadziosmanovic (77’ Polito), Konatè, Carillo, Del Grosso; Icardi (68’ Matese), Santoro, Izzillo; Rosso (92’ Buschiazzo), Cuppone (68’ Matos), Turchetta. A disp. Dekic, Zivkovic, De Sarlo, Varesanovic, De Lucia, Pacilli, Rillo, Longo. All. Guidi

TERAMO (4-3-3): Lewandoskyi; Vitturini, Trasciani, Piacentini, Tentardini; Santoro, Arrigoni, Ilari; Bombagi (80’ Kyeremateng), Pinzauti (62’ Birligea), Costa Ferreira (55’ Diakite). A disp. Valentini, Ceppa, Di Francesco, Bellucci, Di Matteo, Viero, Lombardi, Gerbi. All. Paci

Arbitro: Mario Saia di Palermo

Assistenti: Orazio Luca Donato di Milano e Nicola Tinello di Rovigo

Quarto Ufficiale: Davide Di Marzo di Ciampino

Reti: 48’ Cuppone (CE), 94’ Turchetta (CE)

Ammoniti: 22’ Trasciani (TE), 28’ Vitturini (TE), 81’ Matese (CE), 95’ Polito (CE)

Espulsi: 41’ Vitturini (TE) somma di ammonizioni, 84’ Piacentini (TE), 84’ Guidi (CE)

Recupero: 1T 1′; 2T 5′