Casertavecchia ospita le “amiche geniali”, le protagoniste della nota fiction si raccontano

Casertavecchia ospita le “amiche geniali”

Nel tardo pomeriggio di venerdì 2 ottobre, la  cattedrale di Casertavecchia ha ospitato Margherita Mazzucco e Gaia Girace, interpreti della pluripremiata serie L’Amica Geniale, seguita da un vasto pubblico internazionale fin dalla prima stagione. Ad intervistare le due attrici Luigi Ferraiuolo, direttore della pregevole iniziativa Un Borgo di libri, e la scrittrice Marilena Lucente.

Le intervistate si son dette liete di essere presenti nel territorio casertano, stavolta non nei panni di Lenù e Lila, ma in quelli di due umili e semplici studentesse scopertesi, per caso, ai provini di un cast televisivo, formidabili attrici.

E’ bello sapere come ad Hollywood, grazie all’Amica Geniale, sia stato riconosciuto il genio cinematografico italiano di questi ultimi anni. Infatti, La Mecca del Cinema ha celebrato lo straordinario talento delle due artiste e ha dato loro il benvenuto, in una così giovane età, nello stardome del cinema mondiale.

Le attrici hanno poi parlato delle difficoltà di portare in scena personaggi di un romanzo. Forte è  stata infatti l’opera di immedesimazione delle due nei panni di Lenù e Lila, e altrettanto forte è stata la naturale empatia e amicizia tra di loro, che ha poi reso possibile portare in televisione, in modo tanto efficace, il motto dell’autrice: “Un amico non ti cambia la vita, ma ti sa stare vicino durante i cambiamenti”.

Si è trattato, dunque, di vivere una vera e propria doppia adolescenza, quella della realtà odierna di due studentesse e quella di due amiche nell’Italia degli anni ‘50, un continuo salto avanti e indietro nel tempo, ennesima controprova delle straordinarie abilità interpretative delle due.

Particolarmente efficace, nel corso dell’ intervista, è stato il passaggio sul tema della violenza sulle donne.

Chiamata a intervenire sulle sensazioni provate nel recitare una scena di violenza carnale, Gaia ha risposto in modo chiaro e tristemente vero “Purtroppo esiste e non bisogna nasconderne l’esistenza”.

Ma chi è la vera amica geniale?

Secondo le due ragazze: “Elena è l’amica intelligente, a cui è permesso di andare avanti ed essere libera e Lila è l’amica geniale, che riesce a fare lo stesso nonostante le sue restrizioni”.

Oggi Caserta ha due amiche geniali in più; sono eventi ed incontri simili che valorizzano l’importanza culturale della città.

Margherita e Gaia hanno infine ricevuto dal Sindaco Carlo Marino un’onorificenza seguita da un lungo applauso. L’augurio è che la straordinaria sinergia tra l’Amica geniale e Caserta cresca sempre di più.