Casertavecchia, il sogno della biblioteca tifatina è ormai realtà

Domenica 14 giugno la Biblioteca Tifatina è ufficialmente nata. In via Corradello D’Aquino quello che era un sogno è divenuto realtà. Ma facciamo un passo indietro.

Conosco Angela Olino da qualche anno ormai ed oltre poterla apprezzare in qualità di fine e sensibile poetessa, ammiro in lei la determinazione di rendere le piccole cose grandi e speciali e di credere che un luogo abbia tante anime a cui attingere e da cui prendere vita.

Mi piace iniziare questo articolo sulla nascita della Biblioteca Tifatina parlando della sua prima sponsor, una donna casertana ma soprattutto tifatina doc, che insieme agli Amici dei Colli Tifatini, il gruppo di persone che quotidianamente lavora per consentire ad un agglomerato urbano “speciale” come quello di Casertavecchia e conurbazione, di vivere e non sopravvivere, ha prima sognato e poi reso realtà quello che da molti anni era il progetto di una biblioteca Locale.

Così come leggiamo dalle sue stesse parole:

“Una grande realtà del nostro quartiere. Non  un sogno di un singolo, ma un progetto per tutti. La comunità intera coinvolta in questo allestimento e inaugurazione.

Da sempre si parlava di Biblioteca, da sempre serviva un luogo di lettura che potesse diventare scambio e aggregrazione. E ora che siamo in dirittura d’arrivo non possiamo far a meno di ringraziare chi da sempre dà voce alle nostre richieste.

Perché questa nuova modalità che contraddistingue la nostra comunità ci permette di concretizzare i sogni ed i sogni che sono volti al bene comune, diventano priorità ed impegno assiduo.

Domenica è un grande giorno per il futuro dei nostri ragazzi, saranno loro i protagonisti di questo cambiamento.
A loro in futuro spetterà la responsabilità di portare avanti, il luogo, il progetto, l’entusiasmo. E servirà l’aiuto di tutti affinché ne sentano l’onore e l’onere”.

E l’inaugurazione di ieri 14 giugno è stata un successo, presenti al taglio del nastro Il Sindaco Carlo Marino e il consigliere Maietta, promotore attento di questo progetto.

Il mio personale pensiero va alla famiglia Verdile Petteruti continua Angela Olino –per la loro vicinanza e per aver donato parte dei libri. E un grazie a tutte le famiglie che hanno partecipato.

Ma voglio sottolineare l’entusiasmo che oggi ho riscontrato tra i ragazzi, entusiasmo e incredulità e questo mi ha personalmente emozionato”.

L ‘attività della Biblioteca Tifatina in questa settimana svolgerà un primo lavoro per catalogare i vari libri. Lavoro che verrà svolto coordinando vari gruppi di ragazzi del quartiere.

Si conta di iniziare a pieno regime tra qualche settimana. Tutte le informazioni tramite la pagina Facebook Amici dei Colli Tifatini.

Per le donazioni di libri o informazioni su laboratori di lettura e attività varie, contattare Angela Olino.