Castel di Sasso, un Carnevale green all’insegna del divertimento e del rispetto dell’ambiente

Carnevale Castel di Sasso

Castel di Sasso, piccolo gioiello paesaggistico del territorio casertano, propone un Carnevale diverso che, pur rispettando le tradizioni e le tipicità locali, vuole essere anche un’occasione di riflessione sui temi dell’ ecosostenibilità.

Nei giorni scorsi la pagina Facebook ufficiale di Legambiente Castel di Sasso ha condiviso un post invitando l’intera popolazione sassese e dei paesi limitrofi a partecipare all’iniziativa che si svolgerà durante l’ultimo giorno di Carnevale. Da programma, alle ore 15:00, tutti i partecipanti si raduneranno presso la piazza di Strangolagalli indossando un costume confezionato mediante l’utilizzo di materiale di scarto: giornali, bottoni, vecchi indumenti opportunamente manipolati, prenderanno nuova vita. I partecipanti si divertiranno a sfilare con i propri vestiti ecosostenibili e soprattutto vivranno un Carnevale fuori dagli schemi, alternativo e a difesa dell’ ambiente.

In questo suggestivo quadro vi sarà una giuria esperta che premierà il costume migliore, ma soprattutto l’idea creativa più Green. Il premio consisterà  in una sorpresa gustosa, gradita da adulti e bambini, e in fantastici premi per i vincitori che saliranno sul podio. Durante lo svolgimento dell’evento, ogni concorrente sarà intervistato dalla troupe dell’associazione Onlus di Legambiente, e avrà modo di spiegare l’idea alla base della realizzazione delle maschere e le motivazioni che l’hanno indotto a scegliere determinati materiali.

La festa si concluderà all’ insegna della buona musica italiana;  saranno proposti sia brani degli anni 70 per i meno giovani che vogliono comunque rivivere l’ebbrezza di un Carnevale diverso, sia svariate proposte canore del repertorio odierno, capaci di entusiasmare grandi e piccini. Insomma, un Green Day spensierato in cui ognuno potrà dare libero sfogo alla fantasia indossando un abito economico e soprattutto a zero impatto ambientale.

Un plauso agli organizzatori dell’evento ed un invito ad ulteriori iniziative protese a sensibilizzare le giovani generazioni al rispetto della Madre-Terra.