Catello Maresca con il suo nuovo libro “Lo Stato vince sempre” all’Istituto Cavour di Marcianise

GIORDANI
SANCARLO50-700
previous arrow
next arrow

La presentazione del nuovo libro di Catello MarescaLo Stato vince sempre” è in programma a Marcianise presso l’Istituto Comprensivo Cavour mercoledì 29 novembre a partire dalle ore 9. L’evento è organizzato dall’Associazione “Io emancipo” in collaborazione con l’ICSDD1 Cavour.

Il magistrato e docente presso l’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli sarà presente all’iniziativa rivolta agli studenti del plesso.

sancarlolab-336-280

Ad introdurre la presentazione saranno i saluti istituzionali dell’avv. Angela Del Vecchio, Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere; del dott. Valerio Consoli, Vicequestore Commissariato Polizia di Marcianise; del dott. Antonio Trombetta, sindaco di Marcianise; del prof. Aldo Improta, Dirigente Scolastico ICS DD1 Cavour – Marcianise.

Interverranno, in seguito, nel corso della presentazione: l’avv. Lucia Portento, Presidente dell’Associazione “Io Emancipo” ed esperta in diritto di famiglia, violenza di genere e tutela dei minori; l’avv. Fiorentina Orefice, penalista e consigliera dell’Ordine degli Avvocati di S.M.C.V; l’avv. Monica Verrillo, civilista e membro CPO; l’avv. Carmine D’Onofrio, penalista. Modererà la presentazione la giornalista Tina Raucci.

L’autore

Catello Maresca è già autore di altri libri che hanno riscosso un notevole successo, tra il pubblico giovanile e quello più adulto: si pensi a “La banalità della mafia”, “NCO – Le radici del male” e “L’ultimo bunker”, scritto invece a quattro mani con Francesco Neri.

Dal 2007 al 2018 è stato sostituto procuratore presso la Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Una vita spesa in nome della legalità e del ripristino della legge, laddove vigeva l’anti-Stato: decisiva è stata la sua azione di coordinamento nelle operazioni che hanno portato all’arresto del boss Michele Zagaria, per anni al vertice dei Casalesi è ricercato da ben 16 anni. Così il magistrato è da tempo una preziosa figura di riferimento in indagini, inchieste e processi, a livello nazionale e non solo, per la conoscenza dettagliata di realtà camorristiche e di malaffare intrecciate.