Catturato Guido Pagano, figlio del noto “Dantuccio”: era latitante da 4 anni

I carabinieri del Comando Provinciale di Caserta nel comune di Giugliano in Campania (località Varcaturo) hanno rintracciato ed arrestato il 56enne Guido Pagano. L’uomo, pluripregiudicato, era irreperibile dal 9 settembre del 2014 quando, dopo una licenza oraria che gli era stata concessa dai responsabili del carcere di Castelfranco Emilia (dove era detenuto dal 2010 per una condanna definitiva per detenzione illegale di armi, falso, ricettazione e altri reati) non fece ritorno in cella riuscendo a far perdere le proprie tracce. Guido Pagano era già stato latitante nel 2008, quando venne arrestato dalla Guardia Civil spagnola per reati legati agli stupefacenti e condannato per associazione mafiosa, omicidio, riciclaggio ed evasione.

L’uomo è figlio del noto Ernesto Dante Pagano, detto Dantuccio, legato alla Nuova Camorra Organizzata di Cutolo e ucciso proprio a  Varcaturo nel 1977 su commissione di Antonio Bardellino, e fratello di Antonio Pagano, ucciso nel 1989 insieme ad altre tre persone in un agguato di camorra, a otto giorni dalla sua scarcerazione. La cattura di Pagano Guido scaturisce da una mirata attività investigativa condotta dai militari dell’Arma che sono riusciti a ricostruire suoi spostamenti, ad intercettarlo alla guida del veicolo in uso, ed a bloccarlo dopo un pedinamento lungo la ss 7 quater.

L’arrestato è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.