Celebration Italia, dagli Stati Uniti in missione a Caserta un gruppo di giovani per “servire” la città

L’associazione cristiana Celebration Italia, guidata da John Tufaro, Presidente di Christian Expo, continua a costruire ponti tra Caserta e gli Stati Uniti. Molto interessante, ai fini dell’interazione tra fede e società, il progetto di cui è stata protagonista nella settimana appena trascorsa: un gruppo di quattordici ragazzi tra i 19 ed i 30 anni provenienti dall’Ohio, dalla comunità cristiana di Family Faith Church, sono arrivati nella nostra città in viaggio missionario, con lo scopo di mettersi a disposizione, anche se per un breve periodo, della città e delle istituzioni, in qualunque modo si ritenesse utile adoperarli.

La connessione grazie all’intervento di un’ulteriore chiesa americana la One Hope, guidata da un pastore italo americano che ha desiderato mettersi in contatto con la “famiglia spirituale” casertana, offrendo un proprio contributo.

I giovani sono attori, musicisti, cantanti, giocolieri e sono stati collaboratori per sette giorni del Comune di Caserta, immediatamente accolti dall’assessore all’Istruzione Maddalena Corvino, che ha visto in questa occasione un’opportunità di crescita anche per gli studenti casertani, e dell’Istituto Giordani, nella persona della preside, Antonella Serpico.

Questi ragazzi sono stati una benedizione – ci spiega Giacomo Bleve, coordinatore artistico di Celebration Italia –  sono venuti da noi esplicitamente con l’obiettivo di aiutare la città di Caserta, mettendo a disposizione le proprie capacità ed i propri talenti. Le nostre istituzioni ed altri enti della città, l’Assessore Maddalena Corvino, il prof. Carmine Vilardo e la Preside Antonella Serpico dell’Istituto Giordani, così come tutto il team delle scuole bilingue BRING di Caserta e Castelvenere, sono stati entusiasti di interagire con questi giovani”.

Una settimana intensa dunque quella tra Celebration Italia ed i giovani missionari di  Family Faith Church. Sabato mattina sono stati ricevuti al Sant’Agostino per chiudere una serie di incontri organizzati dalla preside del Giordani insieme all’assessore Corvino.

Domenica pomeriggio hanno contribuito nell’ambito della cerimonia dei battesimi tenutasi proprio da Celebration, ad accogliere gli ospiti e dare una mano all’interno della struttura.
Lunedì si sono recati presso entrambe le sedi della scuola bilingue Bring sia di Caserta che di Castel Venere  dove si sono messi a disposizione per fare delle lezioni madrelingua con i bambini.

Mercoledì una mattinata di sostanza proprio al Giordani con una performance davanti ad una platea di un centinaio di studenti, subito dopo per circa due ore si sono suddivisi in otto classi diverse per offrire delle lezioni di madrelingua inglese. Alle 12.00 chiusura della mattinata con una festa per salutare questo nuovo soldalizio con la presenza dell’assessore Corvino e della preside Serpico.

Infine, per chiudere in bellezza – continua Bleve –  mercoledì sera è stata organizzata una Game Night, una serata interamente dedicata a giochi interattivi, nel corso della quale sono stati coinvolti una settantina di ragazzi venuti dal Giordani e dalle scuole del circondario. I missionari, stanchi ma felici sono ripartiti ieri lasciando un impatto fortissimo sia al comune, alla città e a Celebration“.

Referenti della mission: Sarah Fearon, responsabile della faith Family Church, Daniel Miller, Pastore, Denise Trio, responsabile del collegamento tra One Hope e Celebration.

Loading...